Presentazione
Home Presentazione Sommario

 

Prof. sse Carla Petrini e Maria Grazia Rognoni

Come insegnanti di Scienze naturali al Liceo Scientifico “E. Ferrari” di Cesenatico siamo arrivate all’ideazione di questo progetto spinte dalla convinzione che lo studio dell’ambiente rappresenti un nodo fondamentale nel percorso formativo degli studenti. Inoltre, lo studio della materia richiede un continuo contatto con il mondo reale, mentre la scuola, come è attualmente strutturata, non prevede spazi e tempi per questo tipo di attività.

Abbiamo quindi cercato di impostare un programma che permettesse ai ragazzi di sperimentare sul campo il metodo di lavoro di chi fa ricerca e controllo dell’ambiente.

La scelta di studiare l’ambiente marino è stata a questo punto abbastanza inevitabile, sia perché il mare riveste un ruolo importante, anche da punto di vista economico, nel nostro territorio, sia per la presenza a Cesenatico della Struttura Oceanografica Daphne dell'Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente (ARPA).

Abbiamo proposto la nostra idea ai ricercatori della Daphne, dott. Montanari, dott.sse Ghetti e Mazziotti, che hanno aderito con entusiasmo, e, sin dal primo contatto, hanno collaborato con noi, dimostrando la più ampia disponibilità per costruire ed attuare il non facile percorso. Hanno messo a nostra disposizione le loro competenze, materiali bibliografici, strumentazioni, ed hanno seguito passo passo il lavoro nostro e degli studenti.

Abbiamo pensato di coinvolgere le quinte classi del nostro Istituto, sia perché lo studio dell’ambiente marino fa parte del programma di Geografia Generale, sia perché il lavoro poteva costituire l’occasione per preparare percorsi didattici da presentare nella prova orale dell’Esame di Stato.

I ragazzi hanno dimostrato subito interesse per il progetto, e hanno portato avanti il lavoro con molta serietà fino alla fine, nonostante i gravosi impegni scolastici.

Il progetto è stato realizzato nell’arco di tempo di due anni scolastici, il 1999-2000 e il 2000-2001; ogni volta ha coinvolto gli alunni delle classi quinte e si è articolato in diverse fasi di lavoro.

Questa esperienza è stata decisamente positiva, nonostante la notevole difficoltà di impostare, anche in itinere, un tipo di attività completamente nuovo.

Riteniamo che questa abbia rappresentato un momento formativo importante per gli studenti, in quanto è stata occasione di approfondimento di un tema di grande attualità, quale la conoscenza e la salvaguardia dell’ambiente marino, di avvicinarsi ad una struttura di ricerca di notevole rilievo presente sul nostro territorio, anche in vista di una futura scelta di indirizzo di studio.

Ma anche per noi insegnanti ha rappresentato l’occasione, non solo di conoscere meglio l’ambiente marino e i metodi di lavoro, ma anche di impostare il nostro lavoro in maniera totalmente diversa dalle tradizionali lezioni in classe.

 

 

Su ] Fasi del progetto ] I protagonisti ] Ringraziamenti ]