Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Aria / Liberiamolaria / Limitazioni per Comune /

Castelfranco Emilia (Mo)

Informazioni. Contatti:  059 959211 - info@comune.castelfranco-emilia.mo.it
Orari di apertura al pubblico: lunedì-martedì-mercoledì-venerdì (8.00/13.30) giovedì (14.30/17.30) sabato (8.30/12.30)
Vai al Sito web del Comune


Limitazioni alla circolazione dal 1° ottobre 2017 al 31 marzo 2018 nel Comune di Castelfranco Emilia

Per dettagli, deroghe e aree soggette a limitazioni, verifica l´Ordinanza del Comune di Castelfranco Emilia (Mo) 

Sintesi limitazioni alla circolazione - Verifica codice EURO del tuo veicolo

Periodo e orari delle limitazioni:

  • dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30
  • domeniche ecologiche dalle 8.30 alle 18.30 (1 ottobre, 5 novembre 2017, 7 gennaio, 4 febbraio, 4 marzo 2018)
  • il divieto di circolazione è sospeso nei giorni festivi di mercoledì 1 novembre, venerdì 8 dicembre, lunedì 25 dicembre e martedì 26 dicembre 2017, lunedì 1 gennaio 2018

Veicoli che NON possono circolare:

  • veicoli benzina Pre Euro e Euro 1;
  • veicoli diesel Pre Euro, Euro 1, Euro 2 e Euro 3 (compresi i veicoli commerciali leggeri fino a 3,5 tonnellate diesel Euro 3);
  • ciclomotori e motocicli Pre Euro.

Possono sempre circolare:

  • autoveicoli alimentati benzina/gpl e benzina/metano
  • autoveicoli elettrici e ibridi
  • ciclomotori e motocicli elettrici
  • autoveicoli con almeno 3 persone a bordo se omologati per 4 o più posti e con almeno 2 persone, se omologati per 2 o 3 posti a sedere (car pooling)
  • autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici e autoveicoli per uso speciale, come definiti dall’art. 54 del Codice della Strada e dall´art. 203 del Regolamento di Esecuzione e Attuazione del Codice della Strada
  • Per l´elenco specifico dei veicoli esclusi dal divieto di circolazione si veda Ordinanza del Comune di Castelfranco Emilia del 27 settembre 2017 

Ulteriori provvedimenti

  • divieto, nelle unità immobiliari dotate di sistema multicombustibile, di utilizzare biomasse (come legna, pellet, cippato) per il riscaldamento domestico negli impianti con efficienza energetica, indicata nell’attestato di prestazione energetica, inferiore al 75% e nei focolari aperti o che possono funzionare aperti.

Misure emergenziali

In caso di 4 giorni consecutivi di superamento del limite giornaliero di PM10 precedenti il giorno di controllo (lunedì e giovedì), e con previsioni che confermano la tendenza, scattano le misure emergenziali di livello 1, valide dal giorno successivo fino al giorno di controllo successivo compreso, in particolare:

  • divieto di circolazione esteso ai vedicoli diesel euro 4;
  • abbassamento del riscaldamento fino ad un massimo di 19°C (+2 di tolleranza) nelle case, negli uffici, nei luoghi per la attività ricreative o di culto, nelle attività commerciali, nelle attività sportive e fino a 17°C (+2 di tolleranza) nelle sedi di attività industriali e artigianali. Sono esclusi ospedali, cliniche, case di cura ed edifici scolastici;
  • vietate tutte le combustioni all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc…) e le operazioni di bruciatura di sterpaglie, residui di potatura, simili e scarti vegetali di origine agricola;
  • vietato utilizzare generatori di calore a biomassa (legno, pellet, cippato, altro) per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a 3 stelle;
  • divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli;
  • potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli nei centri urbani;
  • divieto di spandimenti di liquami zootecnici.

Nel caso che il bollettino emesso da Arpae nei giorni lunedì e giovedì (giorni di controllo) dovesse evidenziare il superamento del limite giornaliero di PM10 nei 10 giorni consecutivi precedenti, nell´ambito territoriale della Provincia di Modena, vengono adottate le misure emergenziali di livello 2, ovvero:

  • il mantenimento di tutte le misure emergenziali di Livello 1;
  • vietato utilizzare generatori di calore a biomassa (legno, pellet, cippato, altro) per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione energetica ed emissiva inferiore a 4 stelle.

Bollettino Misure emergenziali

Misure emergenziali