Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Rimini / Dati e report / Report ambientali a Rimini /

Il campo elettrico prodotto da SRB nel Comune di Rimini - 2011

I dati e le valutazioni del monitoraggio effettuato dai tecnici Arpa in prossimità di Stazioni Radio Base "SRB"

L’obiettivo primario del progetto è stato quello di monitorare il campo elettrico prodotto da Stazioni Radio Base (SRB) attive nel territorio del Comune di Rimini tra le quali possiamo considerare anche gli impianti del gestore RFI collocati lungo la linea ferroviaria e quelli della rete regionale R3 ad uso privato per i servizi di emergenza (sistema TETRA).
Le misurazioni del campo elettrico prodotto dalle SRB sono state effettuate in corrispondenza degli edifici adibiti a permanenze non inferiori a quattro ore, ubicati nelle immediate vicinanze degli impianti stessi.
L’impostazione metodologica dello studio ha previsto la pianificazione e realizzazione di una campagna di misure negli edifici ritenuti significativi all’intorno delle SRB, preferibilmente quelli con livelli stimati maggiori di 3 V/m, per quantificare il livello di campo elettrico esistente.
In generale si è considerato di effettuare controlli strumentali in un edificio per ogni SRB indicata ma in alcuni siti particolari si è scelto di monitorare più edifici per una stessa SRB.
Per l’impossibilità di poter effettuare rilevamenti in edifici significativi per quanto concerne l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici generati da SRB, delle 90 SRB da monitorare - secondo quanto specificato nell’elenco allegato alla convenzione del 15/03/2011 con cui il Comune di Rimini ha incaricato ARPA Rimini di effettuare il monitoraggio - laddove era possibile alcune sono state sostituite con impianti attivati successivamente alla data di conferimento dell’incarico; in tal modo risultano monitorate 88 SRB per un totale di 91 punti di misurazione secondo quanto riportato nella tabella 1.
Si specifica che dalle 91 misurazioni effettuate non è mai risultato un valore medio di campo elettrico superiore al valore di attenzione di 6 V/m definito dal DPCM 8 luglio 2003 in corrispondenza di edifici adibiti a permanenze non inferiori a quattro ore. Il valore medio di campo elettrico risultato più elevato è stato di 5.4V/m.
In particolare si delinea che il 49% dei valori risulta inferiore a 1 V/m mentre il 76% sul totale delle misurazioni condotte risulta inferiore a 2 V/m.

Bagli Maria teresa

Anno riferimento: 2012

Anno pubblicazione: 2011




Materia: Campi elettromagnetici

Nodi: ex Arpae Rimini vedi Area Est

Tipologia: Tecnico/istituzionali