Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Terre e rocce da scavo, più sottoprodotti che rifiuti

Ecoscienza 1/2013

Il nuovo regolamento sulle terre e rocce da scavo (Dm 161/2012) fissa i criteri per poter classificare i materiali da scavo come “sottoprodotti” e non come “rifiuti”. La disciplina appare più permissiva, introduce la definizione normativa di “normale pratica industriale”, non prevede una procedura semplificata per i piccoli cantieri.

Matteo Angelillis

Numero pagine: 2
Anno pubblicazione: 2013




Materia: Rifiuti , Controllo ambientale

Dettaglio Arparivista/Ecoscienza

Numero pagina: 50
Rubrica:
Speciale: Terre e rocce da scavo
Abstract

Excavated earth and rocks, more by-products than waste.
The new Regulation on excavated earth and rocks (DM 161/2012) sets out the criteria for the classification of the materials excavated as “by-products” and not as “waste”. The discipline is more permissive, introduces the regulatory definition of “normal industrial practice” and does not provide a simplified procedure for small sites.


Ecoscienza 1/2013