Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Aria / Dati qualità dell´aria /

Guida per scaricare i dati di qualità dell´aria

Arpae esegue regolarmente valutazioni della qualità dell´aria con varie modalità di cui, generalmente, rende disponibili relazioni finali, giudizi sintetici e altri tipi di elaborazioni.
Tuttavia, la necessità di elaborare in prima persona i dati per studi, verifiche, relazioni o anche per pura curiosità è del tutto comprensibile, e per questa ragione, in via sperimentale, è disponibile una modalità che consente a tutti lo scarico dati provenienti dalle stazioni in modo diretto tramite interfaccia Web.

Per scaricare i dati è sufficiente selezionare quale stazione provinciale e quale inquinante si desidera estrarre, e per quale intervallo temporale.

Non tutte le stazioni misurano tutti gli inquinanti, e ogni strumento ha periodi di attività diversi (la strumentazione può essere spenta o rilocata, o essere stata attivata di recente, o il dato può provenire da analisi di laboratorio non ancora inserite nel nostro database); è possibile quindi che a volte ai parametri selezionati non corrisponda alcun dato estratto. Questo non indica un malfunzionamento del sistema ma semplicemente che la richiesta effettuata non ha restituito alcun dato. Inoltre dal momento che il processo di archiviazione dei dati storici è tuttora in corso, in generale al momento non è garantita la disponibilità di dati precedenti l´anno 2005.

Scarica i dati di qualità dell´aria dalle stazioni di monitoraggio:

Piacenza  |  Parma  |  Reggio Emilia  |  Modena  |  Bologna  |  Ferrara  |  Ravenna  |  Forlì-Cesena  |  Rimini

AVVERTENZE IMPORTANTI:

1. Il tracciato dati restituito è:

  • nome stazione
  • data di inizio riferimento del dato
  • data di fine riferimento del dato
  • modello dello strumento che ha fornito il dato
  • valore restituito
  • unità di misura
  • flag 1 (validazione annuale)
  • flag 2 (validazione semestrale)
  • flag 3 (validazione mensile)
  • flag 4 (validazione giornaliera)

2. I dati scaricabili sono grezzi, ovvero, non elaborati in alcun modo. Nessuna mediazione, nessuna analisi statistica: sono i dati così come rilevati dalla strumentazione presente nelle stazioni, cui è aggiunta l´indicazione del modello dello strumento che ha fornito tali dati, e quattro diverse flag di validità del dato, indicative del buon funzionamento o meno di detta strumentazione.

3. Tali flag di validità del dato sono valorizzate in seguito ai controlli di qualità degli operatori Arpae che gestiscono la rete regionale di qualità dell´aria e che verificano giorno per giorno il corretto funzionamento della stessa, attivando le procedure di manutenzione qualora ne si ravveda la necessità.
Le flag di validità del dato sono una di priorità superiore alle precedenti (la validazione annuale è quella che ha più importanza) perché sono eseguite in seguito a controlli via via maggiori del corretto funzionamento della strumentazione; quando è presente una validazione superiore, quelle inferiori devono essere ignorate, ad esempio, se sono presenti le validazioni mensile e giornaliera, va considerata la mensile. Se sono presenti più validazioni con esiti discordanti, vale sempre quella di priorità maggiore, ad esempio se la flag di validazione mensile è negativa ma quella semestrale è positiva, allora il dato è da considerarsi valido.
Un dato che non abbia almeno la validazione giornaliera (F4) non è stato ancora verificato e NON E´ utilizzabile. Il dato è da considerarsi invalido se la flag prioritaria presente è minore di zero e valido se la flag è maggiore di zero. Il dato invalido NON E´ pubblicabile e NON E´ utilizzato per la valutazione della qualità dell´aria.

Le validazioni sono eseguite da Arpae con queste tempistiche:

  • GIORNALIERA: entro le ore 10 dei soli giorni feriali;
  • MENSILE: entro il giorno 10 del mese successivo a quello validato;
  • SEMESTRALE: entro il 15 luglio per i mesi da gennaio a giugno;
  • ANNUALE: entro il 15 gennaio dell´anno successivo a quello validato.

La validazione annuale conferma definitivamente il dato che viene quindi storicizzato e archiviato in modo definitivo. Ogni dato utilizzato e/o pubblicato deve essere considerato con le sua flag di validazione e riportato citando la fonte di provenienza.

4. Non è possibile, per motivi prestazionali, scaricare più di un anno di dati per volta. Una richiesta di un anno di dati per un determinato strumento potrebbe richiedere un certo tempo di attesa.

5. Arpa non si assume alcuna responsabilità riguardo dati presenti in archivi differenti dal proprio e garantisce esclusivamente la correttezza dei dati all´interno del proprio database. Se utilizzate questi dati per popolare altri database, è vostra responsabilità verificarne l´allineamento con il database di Arpae anche rispetto a validazioni o variazioni successive.