Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Applicativo ORSo (Osservatorio rifiuti sovraregionale): modulo Comuni

Ai sensi dell’art.189 del D.Lgs 152/2006 e della normativa regionale (DGR 1620/2001, DGR 76/2005, DGR 2317/2009, DGR 1238/2016, DGR 2218/2016 e DGR 2147/18) la Sezione regionale del catasto rifiuti presso Arpae Emilia-Romagna raccoglie ed elabora i dati relativi alla gestione dei rifiuti in Regione, anche ai fini della valutazione del raggiungimento degli obiettivi di raccolta e recupero.

Lo strumento utilizzato è il software web-based denominato O.R.So. (Osservatorio Rifiuti Sovraregionale), un’applicazione per la gestione completa delle informazioni richieste annualmente ai Comuni per la produzione e gestione dei rifiuti urbani, e ai soggetti gestori degli Impianti per i rifiuti ritirati e trattati. È stato elaborato da Arpa Lombardia, e a oggi è utilizzato nelle seguenti regioni: Lombardia, Veneto, Marche, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Valle d´Aosta, Toscana, Lazio, Abruzzo e Basilicata.

In particolare, attraverso l’applicativo web ORSo, vengono raccolti i dati relativi a:

I)               produzione e gestione dei rifiuti urbani, e più in generale all’organizzazione dei servizi di raccolta, presenza di infrastrutture per la raccolta differenziata, diffusione del compostaggio domestico, ecc. (cd “scheda Comune”)

II)             quantitativi dei rifiuti ritirati e gestiti dagli impianti di trattamento, recupero e smaltimento ed altre informazioni connesse, quali quantitativi di materia, prodotti ed energia recuperata, ecc. (cd “scheda Impianto”).

 

Per accedere all´applicativo occorre possedere le autorizzazioni per l´accesso.

L´indirizzo è https://orso.arpalombardia.it/

Soggetti a cui spetta la compilazione e relative scadenze e modalità (DGR 2147/18, all. 1, par. 4.2)





 

Scheda Comuni

Accesso all’applicativo: tramite password 

Compilazione: il Comune (o gestore di raccolta su delega)

Convalida dati (con password): il Comune (o gestore di raccolta su delega del Comune), a conclusione dell’inserimento di tutti i dati, come attestazione di veridicità delle informazioni trasmesse 

Dati richiesti: informazioni generali (abitanti, utenze domestiche e non domestiche ecc.), rifiuti (quantitativi mensili suddivisi per modalità di raccolta, frequenze di raccolta, trasportatore, impianti di prima destinazione ecc.), dettagli centri di raccolta, compostaggio domestico ecc.

Scadenze: entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento dei dati per il consuntivo annuale; entro il 31 agosto per il primo semestre del medesimo anno.

E’ possibile generare e stampare una reportistica completa di tutti i dati inseriti

 

A seguito della pubblicazione della Dgr 2218/16 di recepimento del DM 26/5/16 “Metodo standard della Regione Emilia-Romagna per la determinazione della percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati ai sensi del D.m. Ambiente 26 maggio 2016”, che prevede dal 1 gennaio 2017 la suddivisione dei rifiuti in tre macrocategorie (rifiuti raccolti in modo differenziato, rifiuto urbano indifferenziato, e frazioni neutre) e definisce altresì le condizioni per cui è consentito calcolare nel computo della raccolta differenziata i rifiuti avviati a compostaggio domestico (e quelli avviati a compostaggio di comunità se rispondenti al DM 29/12/16), nell’autunno 2017 sono stati fatti dei corsi di formazione rivolti ai Comuni (e ai gestori di raccolta che hanno la delega da parte dei Comuni alla compilazione di ORSo) per la compilazione corretta dell’applicativo.