Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Consumo e Produzione Sostenibili (SCP)

La Politica Integrata di prodotto (IPP), parte integrante della strategia comunitaria per lo sviluppo sostenibile, è un approccio che ha come obiettivo principale l´integrazione degli strumenti con cui vengono attuate le diverse politiche ambientali, per consentire la riduzione degli impatti ambientali legati al ciclo di vita dei prodotti (intesi come beni e servizi).

Tale impostazione parte dall´assunto che ormai, almeno nelle economie più sviluppate, la maggior parte degli impatti ambientali oltre a dipendere fortemente dalla quantità e natura dei prodotti consumati, sono generati nelle fasi preliminari (produzione di materie prime) o, soprattutto, nelle fasi successive alla produzione (fase d´uso e fase di fine vita).

L´approccio proposto dalla UE Libro verde sulla Politica Integrata di prodotto - COM (2001) 68 def del 7/02/2001 e Comunicazione della Commissione - COM (2003) 302 def del 18/06/2003 si basa sull´integrazione di diverse politiche pubbliche e sul coinvolgimento e responsabilizzazione di tutti i soggetti interessati attraverso:

  • Misure economiche, giuridiche e regolamentari sia di tipo volontario che prescrittivo;
  • Sensibilizzazione, informazione e coinvolgimento di tutti i soggetti pubblici e privati interessati;
  • Sviluppo di metodologie e strumenti tecnici per l´analisi del ciclo di vita dei prodotti per la progettazione dei "prodotti verdi" e per la comunicazione e certificazione della qualità ambientale dei prodotti.

Negli ultimi anni il consumatore ha assunto un ruolo sempre più decisivo e fondamentale all´interno di questo processo. Per questo motivo si parla oggi di "Produzione e consumo sostenibili" (SCP).

A livello europeo la Strategia SCP, rifacendosi alla Comunicazione del 2003 sull´IPP, conferisce un peso maggiore all´aspetto del consumo, al ruolo dei consumatori, alla necessità di modificare lo stile di vita proprio dei consumatori responsabilizzandoli dal punto di vista ambientale. La Rinnovata Strategia sullo Sviluppo Sostenibile, approvata nel 2006, ha identificato nella SCP una delle sette sfide chiave che è necessario affrontare per realizzare lo sviluppo sostenibile, individuando obiettivi e azioni concrete da realizzare entro il 2010.

La Commissione Europea ha pubblicato così con la COM (2008) 397 del 16/07/2008 sul piano d´azione "Produzione e consumo sostenibile" e "Politica industriale sostenibile" con lo scopo di identificare e superare le barriere alla diffusione di modelli di consumo e produzione sostenibili, integrando il potenziale dei vari strumenti politici e attuandoli in modo dinamico.

Le principali iniziative riguardano:

  • ampliamento del campo di applicazione su progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia;
  • etichettatura dei prodotti sulla resa energetica e/o ambientale dei prodotti;
  • impiego dell´efficienza energetica e dei criteri ambientali per gli appalti pubblici (nel 2008 è stata pubblicata la COM (2008) 400 del 16/07/2008 sugli "Acquisti pubblici per un ambiente migliore");
  • revisione del regolamento EMAS ed Ecolabel.

A livello nazionale il Ministero si sta muovendo in linea con le indicazioni fornite dall´Unione Europea per quanto riguarda la proposta di una strategia.

Per ulteriori approfondimenti si può consultare il sito del MATTM

A dicembre 2009 la Commissione europea ha pubblicato la relazione sullo stato di attuazione della politica integrata di prodotto, COM (2009) 693 del 21/12/2009 confermando l´integrazione dei principi dell´IPP in molte iniziative e l´ampio utilizzo degli strumenti sviluppati secondo le indicazioni della Comunicazione. Complessivamente si sono registrati importanti progressi nell´adozione del concetto di ciclo di vita da parte dei principali settori industriali e dei responsabili politici. Dall´introduzione dell´IPP la strategia comunitaria si è indirizzata sempre più a rafforzare la coerenza delle politiche relative ai prodotti e a legiferare meglio in merito. I principi IPP sono stati quindi efficacemente incorporati nel quadro complessivo SCP/SIP attraverso il Piano d´azione 2008 SCP/SIP.

Alcuni esempi di attuazione:

  • a livello comunitario: normativa volta al continuo miglioramento della progettazione dei prodotti e nuovi sistemi di etichettatura, acquisti verdi da parte della PA e possibilità di incentivi finanziari per stimolare l´adozione di prodotti più sostenibili. Creazione di "Forum sul commercio al dettaglio (Retailers Forum)" per fornire maggiori informazioni sulla sostenibilità dei prodotti ai consumatori. Direttiva sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi all´energia, nuova direttiva quadro sui rifiuti. La Commissione ha inoltre identificato i prodotti a maggior impatto ambientale (edilizia, trasporto e prodotti alimentari);
  • a livello degli stati membri: maggiore attenzione in acquisti verdi della PA, migliore informazione ai consumatori, azioni relative a prodotti specifici, misure di promozione del sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS).

 

Documentazione     |     Normativa