Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Amministrazione trasparente / Organizzazione /

Assetto organizzativo

Arpae opera sul territorio regionale  dell´Emilia-Romagna con nove Sezioni provinciali, nove Strutture Autorizzazioni e Concessioni, il Servizio Idro-Meteo-Clima e la Struttura oceanografica Daphne.


I documenti relativi all´organizzazione dell´Agenzia sono:

Le Sezioni provinciali, il Servizio Idro-Meteo-Clima e la Struttura oceanografica Daphne costituiscono la struttura operativa dell’Agenzia, mentre alla Direzione generale e alle rimanenti strutture centrali sono attribuiti prevalenti compiti di indirizzo strategico e di integrazione e sviluppo delle competenze, oltre ad attività di tipo amministrativo e gestionale. 

Figura apicale dell’Agenzia è il Direttore generale che ne è anche il legale rappresentante. Alla posizione sono attribuiti, tra gli altri,  i compiti di impostare l´assetto organizzativo dell´Agenzia e di guidarne il funzionamento, nonché di governare il complesso sistema di relazioni della struttura con il contesto istituzionale e socio-economico di riferimento.

Il Direttore generale è coadiuvato da un Direttore tecnico e da un Direttore amministrativo, organi anch’essi previsti dalla Legge istitutiva regionale. Altri organi sono il Comitato di indirizzo e il Collegio dei revisori.

La Direzione Tecnica guida le politiche ed i processi relativi alla gestione e allo sviluppo del sistema tecnico dell´Agenzia, alla crescita dele competenze tecnico - scientifiche in relazione all´utilizzo di metodologie e tecniche disciplinari. Gestisce direttamente alcuni processi operativi attraverso i Centri tematici regionali (Ctr), nuclei di eccellenza presenti nella rete su specifici tematismi ambientali e ambiti di ispezione e controllo, e  la Direzione del Laboratorio multisito,  organizzata in 4 sedi secondarie  di produzione analitica e accettazione campioni, con sede  a Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Ravenna.   La Direzione del Laboratorio multisito è operativa dal 1 maggio 2017.

Alla Direzione Amministrativa fanno capo attività trasversali e integrate di indirizzo delle risorse umane, economiche, finanziarie di investimento, e le strutture di intervento per la manutenzione e lo sviluppo del patrimonio immobiliare, mobiliare e le soluzioni logistiche di organizzazione fisica dell´Ente.

Le nove Sezioni provinciali assicurano attività di controllo, vigilanza, ispezione sul territorio, di analisi e  monitoraggio dello stato delle singole matrici ambientali, e forniscono il  supporto tecnico istituzionale agli enti pubblici del territorio provinciale ai fini della sostenibilità ambientale.

Mediante le Strutture Autorizzazioni e concessioni (SAC), Arpae adotta i provvedimenti di: concessione per l´utilizzo delle risorse idriche e relativo demanio, autorizzazioni integrate ambientali, autorizzazioni uniche ambientali e settoriali, per installazione/esercizio di impianti di produzione di energia, linee elettriche, metanodotti, depositi di olii minerali e GPL, nonché per la gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti contaminati. Inoltre, gestisce i procedimenti conseguenti alle sanzioni amministrative irrogate. Assicura le istruttorie relative a VIA, VAS e VALSAT. Esercita le funzioni previste dalla legge in materia di import-export di rifiuti e di polizia mineraria. 

Il Servizio Idro-Meteo-Clima presidia le tematiche connesse ai cambiamenti climatici alla scala regionale e svolge attività osservative e previsionali operative e di ricerca e sviluppo, in meteorologia, climatologia, idrologia, idrografia, agrometeorologia, radarmeteorologia e meteorologia ambientale, di modellistica della qualità dell´aria e dell´ambiente marino-costiero e di telerilevamento.
Opera come centro funzionale regionale del sistema informativo nazionale meteorologico e idrogeologico a supporto della Protezione Civile e come centro di competenza per la modellistica idrologia con valenza sovra regionale. È il gestore regionale della rete integrata di monitoraggio idro-meteo-pluviometrico.
È Centro di competenza nazionale in modellistica meteorologica e radarmeteorologia a supporto del sistema nazionale di protezione civile.

La Struttura oceanografica Daphne effettua attività di studio, ricerca e controllo degli ambienti marino costiero e di transizione e delle loro interazioni con il territorio costiero. Per gli ecosistemi marino-costiero e di transizione, il monitoraggio marino e la gestione integrata delle zone costiere fornisce supporto tecnico-scientifico al governo regionale, nazionale e agli enti locali per la predisposizione di piani e progetti di pianificazione, di risanamento e di tutela. Svolge inoltre attività di laboratorio in comune con le strutture del Centro Ricerche Marine di Cesenatico.

Completano la struttura tecnico-operativa di Arpae i Centri tematici regionali con sede presso le Sezioni provinciali di Arpae, il Servizio Idro-Meteo-Clima, la Direzione tecnica. I centri presidiano su scala regionale e nazionale specifici temi ambientali, ambiti di ispezione e controllo o di ricerca per i quali costituiscono  punti di eccellenza tecnico-scientifica e riferimenti metodologici nella produzione di dati, informazioni e conoscenza.