Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Amministrazione trasparente / Disposizioni generali /

Atti generali

Legge istitutiva
L´Agenzia regionale per la prevenzione, l´ambiente e l´energia dell´Emilia-Romagna (Arpae), che integra le funzioni di Arpa (istituita con la legge regionale n.44 del 1995) e dei Servizi ambiente delle Province, è stata istituita con legge regionale n.13/2015 ed è operativa dal primo gennaio 2016.
NB: In attesa dell´approvazione della legge istitutiva di Arpae, valgono i regolamenti, i riferimenti e i documenti di Arpa.

Decreto Legge 4 dicembre 1993, n. 496
Disposizioni urgenti sulla riorganizzazione dei controlli ambientali e istituzione della Agenzia nazionale per la protezione dell´ambiente. (in G.U. n.285 del 4/12/1993)
Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 21 gennaio 1994, n. 61 (in G.U. 27/01/1994, n.21).

Legge 28 giugno 2016, n. 132
Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell´ambiente e disciplina dell´Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (in G.U. n.166 del 18/07/2016)

Regolamento generale di Arpa
Approvato dalla Regione Emilia-Romagna con deliberazione di Giunta n. 124/2010
Il Regolamento sancisce i principi e le disposizioni relativi al funzionamento di Arpa Emilia-Romagna, con particolare riferimento all´assetto organizzativo dell´Ente, alla gestione delle risorse umane ed alla dotazione organica, alla disciplina del sistema contabile. Regolamento generale di Arpa

Regolamento sul decentramento amministrativo
Approvato con D.D.G. n. 75 del 13/07/2016
Regolamento sul decentramento amministrativo

Organizzazione
Assetto organizzativo generale di Arpae (Delibera del Direttore generale n. 87/2015)
Assetto organizzativo analitico di Arpae (Delibera del Direttore generale n. 119/2016) 

Codici di condotta
Codice disciplinare dei dipendenti del Comparto Sanità (PGDG n. 8589/2017).
Codice disciplinare dei dirigenti sanitari, professionali, tecnici, amministrativi e medici (PGDG n. 8591/2017).
Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell´art. 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (DPR n. 62/2013). Tale codice definisce i doveri minimi di diligenza, lealtà, imparzialità e buona condotta che i pubblici dipendenti sono tenuti ad osservare.
Codice di comportamento aziendale di Arpae Emilia-Romagna (approvato con DDG n. 8/2017). Tale codice integra e specifica quanto previsto nel codice di comportamento dei dipendenti pubblici di cui al DPR n. 62/2013. Relazione illustrativa del codice di comportamento aziendale (allegato B alla DDG n. 8/2017).
I principi e le disposizioni contenute nel DPR n. 62/2013 e nel codice di comportamento aziendale si applicano, per quanto compatibili, anche ai collaboratori con contratto di lavoro autonomo ed ai collaboratori di imprese fornitrici di beni o servizi.

Codice etico di comportamento per la tutela della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori di Arpae Emilia-Romagna (DDG 6/2015). 

Codice disciplinare dei dipendenti non dirigenti Regioni ed Autonomie Locali. Il presente codice disciplinare riguarda i soli dipendenti (non dirigenti) trasferiti ad Arpae dalle Province e dalla Città Metropolitana di Bologna a seguito del riordino funzionale di cui alla L.R. n. 13/2015 (PGDG 8624/2017).

Codice disciplinare del personale dirigente Regioni ed Autonomie Locali. Il presente codice disciplinare riguarda i soli dirigenti trasferiti ad Arpae dalle Province e dalla Città Metropolitana di Bologna a seguito del riordino funzionale di cui alla L.R. n. 13/2015 (PGDG 8626/2017).

Atti dell´Organismo Indipendente di Valutazione (OIV) per gli enti e le aziende del Servizio Sanitario Regionale e per Arpae della Rezione Emilia Romagna
Visulizza gli atti dell´OIV unico per il SSR

Scadenziario obblighi amministrativi: sezione indicata dal D.Lgs. 33/2013 per la quale non si prevedono specifici adempimenti per Arpae Emilia-Romagna.

Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza
Il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza è stato individuato nel Responsabile dell´Area Affari Istituzionali, Legali e Diritto ambientale dell´Agenzia, Avv. Giovanni Fantini.