Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Tossicologia ambientale / Mutagenesi ambientale /

Mutagenesi ambientale

Si definisce mutagenesi ambientale una disciplina molto vasta e in continua evoluzione che nasce dalla genetica con la scoperta dei supermutageni e attualmente è collegata a diversi settori scientifici quali la medicina, l´ecologia, la chimica e la fisica. Tale disciplina studia i meccanismi molecolari e biochimici di insorgenza di mutazioni spontanee a livello del DNA o prodotte da agenti chimici o fisici esterni all´organismo in esame e le conseguenze da esse derivanti.

La mutagenesi ambientale nasce nel Novecento con la scoperta delle leggi fondamentali della genetica moderna e con lo studio approfondito dei meccanismi e delle strutture genetiche ed ha avuto un forte impulso nel periodo bellico, dopo la scoperta degli effetti genetici negativi di alcune sostanze chimiche che portò ad un incremento della ricerca in questo campo.

Lo sviluppo di tale disciplina è divenuto inarrestabile e le possibili applicazioni pratiche dei test sono divenute numerosissime e spaziano nei campi della biologia molecolare, della terapia genica, della tossicologia industriale e del monitoraggio ambientale.

I test di mutagenesi rilevano in modo rapido l´effetto di una sostanza, e/o di una miscela, sul materiale genetico ed evidenziano i meccanismi cellulari, citogenetici e molecolari che lo determinano.

In Italia il settore classico di applicazione della mutagenesi ambientale è la tossicologia genetica. L´utilizzo dei test di mutagenesi è obbligatorio per legge per lo screening preventivo e l´autorizzazione all´immissione sul mercato di sostanze di nuova sintesi, in specifico per i farmaci (D.Lgs. n. 219/2006).

 

English version

 

 

Tipi di mutazione

Mutagenicità e cancerogenicità

Particolato atmosferico urbano

Acque destinate al consumo umano

Suolo

 

Laboratorio mutagenesi ambientale    |    Rete di monitoraggio    |    Dati mutagenesi    |    Report mutagenesi