Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Ferrara / In evidenza / Ecotossicologia e ittiotossicologia /

Ecotossicologia e ittiotossicologia

L´ecotossicologia acquatica è la scienza che studia gli effetti di sostanze di diversa origine sugli organismi acquatici. Quando lo studio viene applicato a specie ittiche, si parla in modo più specifico di ittiotossicologia.

Il Laboratorio di Ecotossicologia di Ferrara, sorto per rispondere all´esigenza di un approccio moderno allo studio della qualità dell´ambiente e dell´impatto provocato dall´attività antropica, da molti anni opera in tale ambito.

Il 24/07/2013 il Centro di Saggio ITTIOLAB della Sezione di Ferrara, ha ricevuto la certificazione di conformità alla Buona Pratica di Laboratorio, ai sensi del D.L.vo n. 50 del 2 marzo 2007 da parte del Ministero della Salute.

La Buona Pratica di Laboratorio (BPL) è un approccio di tipo gestionale all’attività di laboratorio che coinvolge i processi organizzativi e le condizioni con cui gli studi di laboratorio sono programmati, condotti, controllati, registrati e riportati.

I principi di Buona Pratica di Laboratorio sono stati adottati dall’OCSE per promuovere la qualità e la validità dei dati sperimentali utilizzati per determinare la sicurezza di sostanze e prodotti chimici. Gli studi condotti secondo i principi di BPL vengono realizzati presso strutture definite Centri di Saggio.

Il Centro di Saggio ITTIOLAB è risultato idoneo ad effettuare, nel rispetto della Buona Pratica di Laboratorio, il seguente studio di tossicità: Tossicità acuta per i pesci - Metodo C.1., Regolamento CE n. 440/2008 della Commissione del 30 Maggio 2008. Il test è condotto sulla trota Oncorhynchus mykiss (Walbaum, 1792), una delle specie raccomandate per questo tipo di saggio.

Lo studio è uno dei test obbligatori per la registrazione delle sostanze chimiche con un volume di produzione e uso al di sopra delle 10 tonnellate annue, in applicazione del Regolamento REACH (Reg. CE 1907/2006).

ITTIOLAB è il primo dei quattro Centri di Saggio di Arpa che consegue la certificazione in BPL, su un test utilizzato con successo da molti anni, nel Laboratorio di Ecotossicologia della Sezione di Ferrara, che presiede questa tematica a supporto delle strategie di sviluppo e implementazione dei test sui pesci a livello nazionale.

A tale riguardo si evidenzia il Progetto di Ricerca in corso, non in BPL, “Regolamento REACH: implementazione dei metodi C1, C13, C14 e C15 (CE 440/2008) sui pesci, utilizzando la specie autoctona Dicentrarchus labrax (L. 1758)” meglio conosciuta come branzino, in cui l’Ente coordinatore è ISPRA.

Oltre alle competenze in campo ittiologico, il Laboratorio di Ecotossicologia di Ferrara ha acquisito in particolare esperienza nell’esecuzione di test ecotossicologici con organismi appartenenti a diversi livelli trofici, quali alghe, rotiferi, crostacei e molluschi. Sono in corso Progetti di Ricerca non in BPL, in collaborazione con ISPRA, che utilizzano alcuni di questi organismi (ad es. molluschi e crostacei).


Vai al sito di Tossicologia Ambientale