Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Forlì-Cesena / Attività /

Monitoraggio acqua

La tutela e la gestione delle risorse idriche è regolamentata dalla Direttiva Europea 2000/60/CE, recepita nell’ordinamento nazionale con il D.Lgs 152/2006.

La Regione Emilia-Romagna e Arpae sono impegnate nell´applicazione della Direttiva, che rappresenta una radicale innovazione nell´ambito della tutela della "risorsa acqua" e, quindi, del relativo monitoraggio e classificazione delle acque, di stretta competenza delle agenzie per l´ambiente.

La tutela quali-quantitativa dell´acqua passa attraverso attività di monitoraggio e controllo, dalle quali si possono ottenere dati e informazioni che costituiscono il patrimonio informativo, sullo stato e sugli impatti, determinati dalle pressioni e dai drivers al fine di predisporre le risposte, costituite da prescrizioni, leggi, piani e programmi, nonché interventi strutturali, quali strumenti di tutela.

I corsi d’acqua superficiali, l’invaso di Ridracoli, le acque sotterranee e le acque marino costiere della provincia di Forlì-Cesena sono regolarmente monitorate per il raggiungimento degli obiettivi di qualità ambientale e funzionale previsti dalla normativa: D.Lgs. 152/06 Parte Terza Allegato 1 e 2 (modificato e integrato dai decreti attuativi DM 131/2008 Decreto Tipizzazione, DM 56/2009 Decreto Monitoraggio, DM 260/2010 Decreto Classificazione e recepiti a livello regionale con la DGR 350/2010) e dal D.Lgs. 116/08.

Monitoraggio ambientale fiumi e laghi

Monitoraggio funzionale acque superficiali

Monitoraggio acque sotterranee

Monitoraggio acque di balneazione

 

Report provinciali Forlì-Cesena matrice acqua

Vai al sito Acqua