Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Economia ambientale / Utilità / Normativa /

Il pacchetto europeo sull’economia circolare

 

La Commissione Europea ha adottato il 2 dicembre 2015 la Comunicazione “L’anello mancante: un piano d’azione europeo per l’economia circolare” in cui analizza l´interdipendenza di tutti i processi della catena del valore: dall’estrazione delle materie prime alla progettazione dei prodotti, dalla produzione alla distribuzione, dal consumo al riuso e riciclo. Si tratta di un articolato pacchetto di misure che comprende l’elaborazione e/o la revisione di alcune proposte legislative, nonché un piano d´azione generale corredato da un allegato in cui è indicata la tempistica prevista per ogni azione.

Il piano d´azione individua misure chiave e aree specifiche di intervento tra cui: la progettazione ecologica, lo sviluppo dei mercati delle materie prime secondarie, l’adozione di modelli di consumo più sostenibili, la gestione dei rifiuti. In questo contesto svolgono un ruolo cruciale strumenti trasversali quali l’eco-innovazione, gli appalti pubblici verdi e gli strumenti europei di finanziamento.

Contestualmente all’adozione della comunicazione COM (2015) 614/2 contenente il Piano per l’economia circolare, sono state presentate quattro proposte di modifica di sei direttive che ricadono nell’ambito del pacchetto di misure sulla economia circolare.

Le direttive oggetto di modifica sono:

  • Direttiva 2008/98 EC (direttiva quadro rifiuti),
  • Direttiva 94/62 EC (imballaggi e rifiuti di imballaggio),
  • Direttiva 1999/31 EC (discariche di rifiuti),
  • Gruppo di direttive 2003/53 EC sui veicoli fuori uso, 2006/66 EC, relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori, 2012/19 EC sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.