Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Economia ambientale / Argomenti / RAMEA /

L´esperienza di Arpae Emilia-Romagna

In linea con le indicazioni europee, sono risultate particolarmente strategiche per Arpa le finalità espresse dal progetto europeo RAMEA.

Si è trattato di un’occasione per l’Agenzia di elaborare indicatori regionali economici e ambientali, con l’obiettivo di analizzare gli effetti dell’interazione economia-ambiente in un approccio sistemico, anche al fine di determinare linee di indirizzo sostenibili per le politiche ambientali in stretta relazione con quelle di sviluppo.

La matrice RAMEA (Regional Accounting Matrix including Environmental Accounts) è il risultato del progetto omonimo promosso da Regione e Arpa Emilia-Romagna nell’ambito del programma europeo Grow Green (INTERREG IIIC 2005/07). Arpa E-R è stata leader del gruppo di lavoro formato da altri cinque partner, inglesi, olandesi e polacchi.

Il progetto ha avuto come obiettivo la realizzazione di matrici di tipo NAMEA nelle 4 regioni europee coinvolte. Queste matrici permettono di collegare in maniera statistica gli indici economici (p.e. produzione, valore aggiunto, occupazione) con le pressioni che settori produttivi e famiglie esercitano sull’ambiente (p.e. emissioni inquinanti, consumo di risorse, ecc.). La disponibilità a livello regionale di tali matrici consente di analizzare e meglio esprimere le interazioni economia-ambiente, così da fornire supporto ai processi decisionali per la definizione di strategie di sviluppo sostenibili.

La matrice RAMEA ha forti basi metodologiche che ne assicurano la coerenza con strumenti analoghi a livello nazionale ed europeo. Si presenta come una matrice di rendicontazione divisa in due parti, economica e ambientale, con indicatori integrati e la possibilità di compiere analisi intersettoriali. RAMEA può essere utile per quantificare i fattori critici regionali (pressioni ambientali esercitate dalle attività economiche e dai consumi delle famiglie), analizzare le correlazioni tra le performance ambientali e quelle socioeconomiche, elaborare indici di eco-efficienza e relative analisi economico-statistiche.

In sintesi la metodologia RAMEA potrebbe essere usata a consuntivo come quadro statistico per organizzare le informazioni economico-ambientali integrate, a preventivo per modellare l’evoluzione di un sistema territoriale (analisi di scenario) in termini di sviluppo economico e pressioni ambientali. La matrice è in aggiornamento continuo grazie ai finanziamenti annuali della Regione.

A oggi sono disponibili versioni aggiornate al 1995, 2000, 2003, 2005 e 2010, e presentano indicatori economici integrati alle emissioni in atmosfera. La matrice riferita al 2005 è stata estesa ai quattro temi ambientali: emissioni in atmosfera, imposte ecologiche suddivise, consumi energetici e produzione di rifiuti speciali. Rappresenta un prototipo di sviluppo.


Per maggiori informazioni si suggerisce la consultazione del sito http://www.ramea.eu/, della rivista Ecoscienza di Arpa Emilia-Romagna numero 2/2010  “Il PIL una bussola ormai superata”  (in particolare il servizio "Oltre il Pil, economia e ambiente"), e l’articolo "Economia e contabilità ambientale per i piani" sul numero 4/2013.

Per un approfondimento di dettaglio si rimanda alla tesi di Dottorato discussa presso la Facoltà di Agraria dell´Università di Bologna e in collaborazione con Arpa “A regional environmental accounting matrix and integrated environmental economic analyses to support regional planning”.

 

Contatti:
Elisa Bonazzi, tel. +39 051 5281207 ebonazzi@arpae.it
Michele Sansoni, tel. +39 051 5281218 michelesansoni@arpae.it

Paolo Cagnoli, tel +39 051 5281246, 3357712868 pcagnoli@arpae.it