Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Biodiversitą / Biodiversitą in breve / Attivitą /

Attivitą

Arpa Emilia-Romagna ha iniziato a presidiare il tema "Natura e Aree Protette" nel 1999, recependo a livello locale l´importanza che l´Agenzia Europea all´Ambiente attribuisce ai temi della conservazione e tutela della natura e della biodiversità.

In quest´ambito Arpae oggi collabora con gli enti locali e la Regione per l´espletamento di attività istituzionali e di progetto.

Le principali attività riguardano la stesura di report, la divulgazione, la partecipazione a progetti LIFE, l´implementazione e gestione di banche dati provinciali e regionali.

Ha partecipato a gruppi di lavoro interagenziali dell´Apat, tra i quali il  Centro tematico nazionale natura e biodiversità (CTN_NEB)  e G.In.E.S.T.R.A (gestione Integrata ed Eco-Sostenibile del Territorio e delle Risorse Ambientali). Collabora inoltre ad iniziative scientifiche con il Dipartimento Difesa della Natura.

Progetti in essere

Convenzione con l’Assessorato Agricoltura della Regione Emilia-Romagna che si articola nelle seguenti attività:
- sviluppo della Rete dei giardini della biodiversità, con sopralluoghi per la verifica dello stato di accrescimento e fitosanitario delle varie piante messe a dimora
- indagine fenologica nei vari frutteti della rete per la raccolta dei dati e compilazione delle relative schede; tali dati saranno oggetto di indagini, in collaborazione con il Servizio IdroMeteoClima di Arpa, per lo studio dei cambiamenti climatici in atto
- sopralluoghi per rilievi e compilazione delle schede per l’inserimento delle vecchie varietà fruttifere nella legge regionale n. 1 del 29/01/08
- realizzazione di una serie di filmati e interviste agli agricoltori custodi che conservano le antiche varietà fruttifere, riprodotte e conservate nei frutteti della rete, al fine di raccogliere le testimonianze e il sapere che in futuro farà parte della Banca della Memoria, prevista dalla Legge regionale n. 1 del 2008.

Supporto a Ispra per il coordinamento e la realizzazione della collana di quaderni dedicati a "Frutti dimenticati e biodiversità recuperata".

Vai alla pagina dei volumi pubblicati

 

 

Sviluppo del progetto "Giardino dei Patriarchi dell’Unità d’Italia” che si sta realizzando a Roma presso Villa dei Quintili, sull’Appia Antica, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, con il supporto del Ministero dell’Ambiente, col patrocinio del Ministero delle Poliche Agricole e della Regione Emilia-Romagna.

Realizzazione del progetto su incarico del Comune di Verghereto (FC) per la realizzazione del “Sentiero dei Frutti Perduti di Alfero” finanziato dal comune stesso. Tale progetto ha come finalità la conservazione e la valorizzazione del patrimonio di biodiversità rurale presente nell’area montana dell’Altosavio.

Supporto ad Arpae e comune di Rimini per la realizzazione di un’aiuola con frutti antichi dell’area riminese presso la sede Arpae e l’Orto di via Trai a Borgo San Giuliano.

Serie di conferenze sulla biodiversità programmate con l’Istituto Agrario di Cesena, rivolte agli studenti di quarta e quinta classe che sviluppano un modulo di analisi dell’agrobiodiversità nelle diverse vallate della Romagna.  

Organizzazione di una serie di eventi dedicati alla natura e biodiversità fra cui:
- Cesenatico alla scoperta dei sapori perduti
- Festa Artusiana di Forlimpopoli
- I venerdì della biodiversità, serate in vari comuni della regione.

Conferenza sulla "Biodiversità nelle tavole di Romagna" (8 maggio 2016), in collaborazione con il comune di Cesenatico e l’Accademia Artusiana, presso il Grand Hotel di Cesenatico, con la presenza e premiazione di Arrigo Cipriani dell’Harry’s bar di Venezia.  

Visita guidata alla Rete dei Frutteti della Biodiversità per un gruppo di agricoltori custodi della Basilicata coordinati dall’agenzia regionale Alsia (26-28 ottobre 2016).

 

Proposte per lo sviluppo della biodiversità

Supporto ad Ispra per la realizzazione di una Rete Nazionale della Biodiversità.

Supporto ad Arpa Calabria per la realizzazione di una rete della biodiversità in Calabria.

Supporto ad un gruppo di comuni dell’Emilia-Romagna per la realizzazione della futura Rete delle Città della Biodiversità.

Prossima realizzazione di un manuale per i rilievi fenologici che vengono effettuati dal Gruppo di lavoro Biodiversità nell’ambito della collaborazione con la Regione Emilia-Romagna.

 

Collaborazioni in essere

Collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, dal 2010, per la realizzazione della Giornata Nazionale dell’Albero che si tiene ogni anno il 21 novembre.

Collaborazione avviata nel 2011 con il Ministero dei Beni Culturali, per la promozione e divulgazione della biodiversità legata a luoghi di interesse storico.

Collaborazione con Ispra per il coordinamento della collana di quaderni dedicati ai frutti dimenticati e alla biodiversità recuperata e l’individuazione dei partner del progetto.

Collaborazione con la Regione Emilia Romagna per il supporto alla legge 1/2008 sulla biodiversità e per la realizzazione di conferenze nell’ambito delle manifestazioni "Un Mare di Sapori", fiere Meeting di Rimini e Sana di Bologna.

Collaborazione avviata nel 2006 con il CNR di Bari, Istituto del Germoplasma, per lo scambio di informazioni e materiali relativi alla biodiversità, alle antiche varietà ortive, finalizzata alla conservazione del germoplasma nella banca genetica dei semi più grande d’Europa.

Collaborazione avviata nel 2010 con il CNR agricoltura di Roma per lo scambio di informazioni e materiali relativi alla biodiversità, alle antiche varietà fruttifere, finalizzata alla conservazione del germoplasma nella banca genetica frutticola più grande d’Europa.

Collaborazione avviata nel 2009 con il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna per lo scambio di informazioni e materiali relativi al tema natura e biodiversità.

Collaborazione con Slow Food, nell’ambito del progetto "Orti in Condotta", per la piantumazione di alcuni frutti antichi presso gli orti scolastici delle scuole di Castrocaro e Predappio. 

Collaborazione con il Comune di Bologna, Servizio Verde, per la realizzazione degli Orti Urbani di via Larga e via Bombicci (a poca distanza dalla sede Arpae di via Po).