Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Finale Emilia (Mo)

(05/12/16) 

 

 

Informazioni. Contatti: 0535 788111 - comunefinale@cert.comune.finale-emilia.mo.it

Vai al Sito web del Comune


Limitazioni dal 27 settembre 2018 al 31 marzo 2019 nel comune di Finale Emilia 

SINTESI ORDINANZA 

In tutto il territorio comunale con decorrenza immediata e sino al 31/03/2019; nelle unità immobiliari classificate E1 (residenza e usi assimilabili), dotate di sistema multi combustibile, è vietato l’uso di combustibili solidi per riscaldamento domestico negli impianti con efficienza energetica inferiore al 75 % e nei focolari aperti o che possono funzionare aperti;

Con decorrenza immediata in tutto il territorio:

a. se tecnicamente possibile ed efficiente in termini di costi, obbligo di installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati, al fine di rilevare il consumo effettivo e la contabilizzazione del fabbisogno energetico per riscaldamento, raffrescamento e acqua calda sanitaria;

b. divieto di prevedere l’installazione e l’utilizzo di impianti per la climatizzazione invernale e/o estiva in spazi di pertinenza dell’organismo edilizio (quali cantine, box, garage e depositi), in spazi di circolazione e collegamento comuni a più unità immobiliari (quali androni, scale, rampe) e in vani e locali tecnici;

c. obbligo di chiusura delle porte di accesso al pubblico degli esercizi commerciali e degli edifici con accesso al pubblico per evitare dispersione termiche sia nel periodo invernale che in quello estivo. Sono esclusi gli esercizi commerciali dotati di dispositivi alternativi alle porte di accesso per l’isolamento termico degli ambienti o quando le porte non si affacciano direttamente verso l’esterno (ad esempio negozi all’interno di centri e/o insiemi commerciali) o verso ambienti climatizzati.

 

Dal 1 ottobre 2018 su tutto il territorio:

    • divieto di utilizzare impianti per il riscaldamento ad uso civile cha siano alimentati con combustibili solidi aventi classe di prestazione emissiva inferiore a “2 stelle” ovvero focolari aperti o che possono funzionare aperti. Dal 1 ottobre 2019 il divieto è esteso ai generatori di calore alimentati a biomassa con classe di prestazione emissiva inferiore ai “3 stelle”; 
    • divieto di installare generatori con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “3 stelle “ e dal 1 gennaio 2020 divieto di installare generatori con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “4 stelle”;
    • obbligo di utilizzo, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet che, oltre a rispettare le condizioni previste dall’allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del decreto legislativo n. 152/2006, sia certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2 da parte di un Organismo di certificazione accreditato. È stabilito altresì l’obbligo per gli utilizzatori di conservare la pertinente documentazione.

 


 



Versione stampabileVersione stampabile