Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Batteria innovativa per produrre energia da CO2

Sviluppata una cella che assorbe l´anidride carbonica producendo elettricità e idrogeno

(21/03/19) 

L’Istituto Nazionale coreano di Scienza e Tecnologia di Ulsan (UNIST) svela il sistema ibrido Na-CO2, una “batteria mangia emissioni”. Come riporta la rivista scientifica Science-Direct - IScience gli scienziati coreani, in collaborazione con i colleghi statunitensi del Georgia Tech, hanno realizzato un dispositivo elettrochimico in grado di sfruttare l’anidride carbonica per produrre elettricità e idrogeno. Il sistema innovativo di cattura e uso delle emissioni realizzato all’UNIST si ispira al ciclo oceanico della CO2. In sintesi la nuova tecnologia si ispira al processo naturale di acidificazione con cui l´anidride carbonica è assorbita negli oceani; tutto si basa sul funzionamento di una cella ibrida Na-CO2, una sorta di grande batteria liquida composta da un anodo in sodio metallico collocato in un elettrolita organico e un catodo contenuto in una soluzione acquosa all’intero della quale è iniettata la CO2. I due liquidi sono separati da una membrana di conduttore superionico in sodio. Quando il biossido di carbonio è iniettato nell´elettrolita acquoso, avviene una reazione che porta alla produzione di ioni idrogeno ed acido carbonico, che poi possono essere utilizzati per produrre energia elettrica. I primi test hanno dato risultato interessanti. La cella ha dimostrato un’efficienza di conversione dell’anidride carbonica del 50% e l´intero sistema è riuscito a funzionare correttamente e in modo stabile per oltre 1000 ore, senza riportare alcun danno agli elettrodi.



Versione stampabileVersione stampabile