Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Rifiuti /

Domande frequenti su terre e rocce da scavo

Disponibili le risposte ai questi più frequenti arrivati ad Arpae.

(26/03/19) 

Il Dpr n. 120 del 13/06/2017 disciplina la gestione delle terre e rocce da scavo qualificate come sottoprodotti, provenienti da cantieri di piccole dimensioni, di grandi dimensioni, assogettati e non a VIA o AIA.

Nello spirito di agevolare i soggetti interessati nell´applicazione delle diverse modalità di gestione e procedure previste dalla disciplina, pubblichiamo sul sito di Arpae le risposte ai quesiti che ci sono stati rivolti con maggiore frequenza, così suddivisi:

  • Campo di applicazione
  • Caratteristiche di qualità ambientale
  • Documento di trasporto
  • Deposito intermedio
  • Dichiarazione di avvenuto riutilizzo
  • Controlli
  • Cantieri di grandi dimensioni sottoposti a VIA o AIA
  • Cantieri di piccole dimensioni o grandi dimensioni non sottoposti a VIA o AIA
  • Riutilizzo nel sito di produzione
  • Terre e rocce prodotte nel sito di bonifica

Il testo della norma è tuttora oggetto di confronto, anche nell´ambito del Sistema nazionale per la protezione dell´ambiente, pertanto il contenuto delle Faq potrà essere soggetto a integrazioni o aggiornamenti.

Vai alla pagina Terre e rocce da scavo

Scarica le domande frequenti su terre e rocce da scavo



Versione stampabileVersione stampabile