Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Energia /

I consumi energetici dei trasporti devono cambiare strada

In Italia sono in calo, ma restano ancora alti, soprattutto quelli dei prodotti petroliferi

(13/08/19) 

Il Gse ha pubblicato un nuovo rapporto “Energia nel settore Trasporti” che descrive le componenti di consumo energetico nel settore dei trasporti in Italia nel corso dell´ultimo decennio. In Italia i trasporti sono responsabili di circa un terzo dei consumi energetici complessivi del Paese (38 Mtep su 115 nel 2017), anche se il trend è in calo: -15% nel 2017 rispetto al 2005.

Il contributo principale dei consumi energetici per la nostra mobilità è determinato dai prodotti petroliferi, oltre il 90% dei consumi finali del settore, di cui il 60% è determinato dal diesel. Ancora troppo modesto è il contributo delle altre fonti più sostenibili: biocarburanti, elettricità, gas, anche se cresce il consumo di biodiesel. I biocarburanti immessi in consumo in Italia nel 2018 sono articolati per materie prime e per paesi di produzione; nel 2017 sono stati consumati oltre 1,4 Mt di biocarburanti (biodiesel per il 97%). L´obiettivo europeo di energia rinnovabile nel settore dei trasporti è lontano: il 6,5% nel 2017 ed il 10% nel 2020 (anche se esistono diversi criteri di contabilizzazione). I trasporti su strada determinano i consumi maggiori, circa l’83% del totale, mentre l´aviazione incide per oltre l´11%.



Versione stampabileVersione stampabile