Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

In movimento verso l’economia circolare, online Ecoscienza 5/2019

Tra gli altri argomenti l´eco volontariato e le Gev in Emilia-Romagna, l´accreditamento per Proficiency test del Laboratorio multisito Arpae.

(29/11/19) 

Al centro del nuovo numero della rivista di Arpae Emilia-Romagna i primi passi del piano d’azione europeo per l’economia circolare, la situazione in Italia, le prospettive e le criticità; in questo numero parliamo anche di Guardie ecologiche volontarie, Proficiency test e accreditamento del Laboratorio multisito Arpae, educazione alla sostenibilità in Emilia-Romagna, clima e acqua, Art-ER nata dalla fusione di Ervet e Aster.


ECONOMIA CIRCOLARE, PRIMATO DA RAFFORZARE

L’Italia tra grandi potenzialità e necessità di strategia integrata 

Dall’approvazione a Strasburgo del pacchetto sull’economia circolare nell’aprile 2018, molto è stato fatto, ma molto rimane ancora da fare. La relazione del marzo 2019 della Commissione europea sull’attuazione del Piano d’azione per l’economia circolare evidenzia che la circolarità conviene da più punti di vista: climatico, energetico, economico, occupazionale.
L’Italia vanta il primato fra le prime 5 economie europee, ma sta perdendo terreno. Occorre mettere a sistema competenze e strumenti, con un approccio integrato e multidisciplinare che rientri in una strategia complessiva e di lungo periodo. La recente approvazione delle nuove norme sull’end of waste è un primo elemento che va nella direzione di dare slancio al riciclo e all’utilizzo delle materie prime seconde.

Il primato italiano può essere mantenuto e rafforzato, per un green new deal italiano, in linea con quello dell’Unione europea.


ECO VOLONTARIATO IN EMILIA-ROMAGNA

Gev, 30 anni di servizio ambientale

A partire dal 1980, alcune Regioni hanno istituito i primi Servizi regionali di vigilanza ecologica volontaria. Con la legge regionale 23 del 1989 l’Emilia-Romagna ha attivato un importante servizio civico volontario che, grazie al lavoro di poco meno di 1.300 Guardie ecologiche volontarie (Gev) distribuite sul territorio, svolge azioni di informazione, educazione e, quando necessario, può “sanzionare” i comportamenti illeciti.
Con l’entrata in vigore della Lr 13/2015 il Servizio volontario di vigilanza ecologica è fondato sulla stretta collaborazione tra la Regione, Arpae e i Raggruppamenti delle Gev.
In settembre la Federazione regionale delle Guardie ecologiche volontarie ha festeggiato il trentennale. A questa ricorrenza e allo sviluppo della collaborazione tra Gev e Arpae sono dedicate queste pagine. 

Tra gli altri argomenti trattati l’accreditamento per la preparazione di Proficiency test del Laboratorio multisito Arpae Sede secondaria di Ferrara, i risultati di un’indagine di Ref Ricerche sulla consapevolezza degli italiani sul tema acqua e clima, l’intervista a Giovanni Anceschi presidente di Art-ER, l’educazione sostenibile nel Programma Infeas 2020-2022, approvato dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna lo scorso 1° ottobre 2019.

Altre novità nelle rubriche Legislazione newsOsservatorio ecoreatiLibriEventi 

Vai a Ecoscienza 5/2019, versione sfogliabile  

Scarica Ecoscienza 5/2019

Vai a Ecoscienza hp 

/DR



Versione stampabileVersione stampabile