Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Rifiuti /

Linee guida siti contaminati

Pubblicata da Arpae la linea guida sulla metodologia per l’individuazione delle migliori tecniche di bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati.

(01/04/20) 

È disponibile la Linea Guida di Arpae 44/DT per definire una metodologia che consenta di individuare le migliori tecniche disponibili di bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati.

La Linea Guida 44/DT di Arpae, elaborata d´intesa con la Regione Emilia-Romagna - Servizio Giuridico Ambiente, rifiuti, bonifica siti contaminati e servizi pubblici ambientali, è uno strumento di indirizzo per tutti gli operatori coinvolti nei procedimenti connessi all’approvazione degli interventi di risanamento proposti per un sito contaminato. 

Questo documento, risponde ai principi indicati nell’allegato 3 alla Parte IV – Titolo V – del Dlgs 152/2006 per la selezione degli interventi di bonifica, valutando che le Migliori Tecniche Disponibili per la Bonifica (MTD/BAT) nonchè alla definizione di criteri per la scelta delle migliori tecniche disponibili e applicabili  richiamati dal Piano Regionale di Bonifica dei Siti Contaminati di cui alla DGR N.2254/2015. Pur non imponendo pertanto  alcun elemento obbligatorio per legge e non sostituendo alcun provvedimento regolatorio, la proposta metodologica si inserisce nell’ambito dei procedimenti definiti dalle norme cogenti, come supporto per la scelta delle soluzioni più sostenibili di bonifica.

All’interno di Arpae le strutture coinvolte nel processo gestionale di bonifica di un sito contaminato sono i Servizi territoriali delle Aree prevenzione ambientale e i Servizi autorizzazioni e concessioni. Va tenuto presente che il documento si rivolge anche ai proponenti nell´intento di ridurre l´asimmetria informativa tra i vari stakeholder coinvolti nell´iter procedurale di bonifica. 

Scarica la Linea guida "Metodologia per l’individuazione delle migliori tecniche di bonifica e messa in sicurezza dei siti contaminati"

 



Versione stampabileVersione stampabile