Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / generale /

Pagamenti delle prestazioni rese da Arpae con PagoPA

Dal 1 luglio 2020 avverranno tramite piattaforma Payer - PagoPa

(08/07/20) 

I pagamenti delle prestazioni rese da Arpae avverranno dal 1 luglio 2020 tramite piattaforma Payer - PagoPa, utilizzando i seguenti dati:

 

1) Autorizzazioni Integrate Ambientali (AIA)

Per le modalità di pagamento vedi la pagina del tariffario AIA.

 

2) Autorizzazioni Uniche Ambientali (A.U.A.)

Per le autorizzazioni uniche ambientali il pagamento da parte delle imprese avviene in via anticipata e in autoliquidazione. Per il calcolo degli oneri si rimanda alla pagina web dove è presente il tool in formato .xls da scaricare.
Si richiede cortesemente che il versamento sia effettuato a nome della ditta e non del consulente

 

3) Altre autorizzazioni ambientali, certificazioni, diritti di iscrizione

Per le altre istanze di autorizzazione ambientali (es. autorizzazioni rifiuti, settoriali, ecc.) o certificazioni,  il pagamento da parte delle imprese avviene in via anticipata e in autoliquidazione.
Il versamento va effettuato indicando nella causale i seguenti dati:
Tipologia di richiesta - SAC della provincia di pertinenza
Ragione sociale, P.IVA, indirizzo, ubicazione impianto.

 

4) Concessioni per acque minerali e termali

Per i diritti proporzionali e per permessi di ricerca per concessioni minerarie il pagamento da parte delle imprese avviene in via anticipata e in autoliquidazione.
Con Determinazione 29/07/2019, n.13805 la Regione Emilia-Romagna ha aggiornato gli importi dei diritti proporzionali annui anticipati dovuti per i permessi di ricerca e per le concessioni di acque minerali e termali.
A partire dai versamenti anticipati per l’anno 2020 la Regione Emilia-Romagna ha disposto (a norma del combinato disposto dell’art. 16 comma 2, della Legge Regionale 17 Agosto 1988, n.32 e della Determinazione del Direttore Generale Cura del Territorio e dell´Ambiente n.13805 del 29/07/2019), che il versamento della suddetta somma dovrà da questo anno essere effettuato in favore della Regione Emilia-Romagna, mediante bonifico sul C/C della Regione presso UNICREDIT S.p.A. – Filiale Bologna Via Ugo Bassi 1 - IT15H 02008 02435 000003010203 - BIC UNCRITM1BA2.
Nella causale del versamento deve essere specificato: "L.R. 32/1988 - Nome Concessionario - Denominazione concessione - Diritti proporzionali anno …, Comune.".
Con  DGR 1833/2019 la Regione Emilia-Romagna ha introdotto il canone relativo ai volumi imbottigliati a partire dall’anno 2019, ai sensi dell’art. 16 bis c. 1 della L.R. 32/88 che  stabilisce un canone per ogni metro cubo o frazione di acqua minerale o di sorgente oggetto di sfruttamento. Entro il 31 marzo ogni concessionario dovrà versare alla Regione il canone dovuto, riferito ai volumi imbottigliati nell’anno precedente. 

 

5) Concessioni demaniali acque e suoli (ex S.T.B.)

Per i canoni demaniali e le utenze dovute al Demanio Idrico si raccomanda di utilizzare esclusivamente i conti correnti dedicati a tal fine, secondo le modalità indicate alla pagina Concessioni e demanio idrico dedicata

 

6) Pagamento di sanzioni amministrative

I pagamenti per sanzioni amministrative ambientali sono effettuabili, entro i termini indicati nel relativo verbale o ordinanza ingiunzione.
Nella causale dovranno essere indicati i seguenti dati:
Sanzione amministrativa con indicazione della norma violata (es: L.R. 4/2007, D.Lgs. 152/06) oppure Sanzioni ex L. 68/15
NOME e COGNOME o denominazione DITTA del trasgressore
SAC di pertinenza o Ente esterno ad Arpae che ha comminato la sanzione verbale, n. pratica Sinadoc, n. protocollo, estremi dell’atto. 


7) Attestazioni pagamenti fatti ad Arpae

Per le attività svolte da Arpae nell’ambito dei propri compiti istituzionali l’Agenzia non è obbligata ad emettere documenti a valenza fiscale.Per tali attività, per le quali il pagamento è effettuato ai sensi dell’art.1 del Tariffario vigente (versamento anticipato degli oneri), Arpae non rilascia documentazione amministrativa. Le spese sostenute dall’utente per l’attività di cui al punto precedente, saranno quindi attestate dalle contabili di pagamento eda attestazione rilasciata a seguito di avviso di pagamento PagoPa recapitato dall´Agenzia ove previsto. Per le attività svolte dall’Agenzia in regime commerciale verrà emessa regolare fattura. Le fatture e note di debito ricevute tramite posta elettronica o da operatore postale possono essere pagate on-line tramite il sistema Payer - PagoPa

Per tutti i servizi di Arpae il cui pagamento non è richiesto alla presentazione della richiesta ad Arpae, il pagamento delle prestazioni avviene secondo le modalità riportate nei documenti emessi dall’Ente. Le fatture e note di debito ricevute tramite posta elettronica o da operatore postale possono essere pagate on-line tramite il sistema PagoPA.

E’ importante specificare sempre nella causale di versamento tutti i dati necessari all’individuazione puntuale del soggetto pagante (Ragione Sociale, partita IVA e/o C.F, indirizzo PEC o mail, numero di fattura/nota di debito).



Versione stampabileVersione stampabile