Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Mare e costa /

Rapporto Eutrofizzazione 2008

E´ uscito il rapporto sull´eutrofizzazione delle acque costiere dell´Emilia Romagna relativo ai dati del 2008. E´ possibile scaricare l´intero rapporto in formato pdf.

(24/03/10) 

Introduzione e finalità
Rapporto Eutrofizzazione 2008 Nel ritenere utile documentare e divulgare quanto emerso dalle attività di studio e monitoraggio sul decorso annuale dello stato di eutrofia di una parte significativa dell´Adriatico Nord-occidentale, si ripropone anche per l´anno 2008 il presente rapporto.
La Struttura Oceanografica Daphne, operativa fin dall´agosto del 1977 e regolata dalle direttive indicate nella L.R. 39/78, si è affermata nel campo del monitoraggio marino con il compito di produrre servizi di controllo e di studio. In tale contesto si colloca la produzione del presente rapporto annuale, che nel tempo si è rivelato un valido strumento tecnico-scientifico riguardante i fenomeni eutrofici e gli effetti secondari ad essi associati. I dati riportati in questo rapporto si riferiscono principalmente al programma di monitoraggio sull´eutrofizzazione delle acque marino-costiere dell´Emilia-Romagna, integrati dalle osservazioni derivanti dal programma di sorveglianza sugli aggregati mucillaginosi.
Tali piani di monitoraggio, oltre ad una mirata azione di controllo sulle diverse matrici che compongono l´ecosistema marino, rivestono un importante ruolo nella ricerca e nello studio dei fattori causali.
Tra i principali obiettivi si evidenziano:

  • definizione dell´intensità e dell´estensione delle fioriture microalgali nell´area compresa fra il delta del Po e Cattolica su un territorio di 1200 Km²;
  • controllo degli effetti derivanti dalle diverse fasi dell´evoluzione del fenomeno (ipossie ed anossie nei fondali, morie di organismi bentonici, caratteristiche organolettiche delle acque);
  • determinazione dei principali parametri fisico-chimici delle acque (temperatura, salinità, ossigeno disciolto, pH, clorofilla "a" e trasparenza), loro andamenti temporali e spaziali in relazione agli eventi meteoclimatici ed ai fenomeni eutrofici (anche ai fini della classificazione dello stato qualitativo delle acque costiere previsto dal D.Lgs 152/99 integrato con D.Lgs 258/00);
  • determinazione della concentrazione dei nutrienti (fosforo e azoto) e loro andamenti temporali e spaziali;
  • determinazione e conteggio delle specie fitoplanctoniche che sostengono le fioriture;
  • rilevazione degli aggregati mucillaginosi, loro distribuzione spaziale e dinamica di formazione.
  • oltre che i citati programmi istituzionali, la Struttura realizza progetti collaterali ad integrazione dei precedenti, tra questi si annovera il monitoraggio finalizzato al controllo degli ecosistemi marini regolato da una specifica convenzione con il Ministero Ambiente, Territorio e Mare (art. 3, L. 979/82).

Complessivamente le uscite giornaliere della "Daphne II" nel 2008 sono state 123.

Sommario

Le portate del fiume Po nel 2008, ed in maniera proporzionata di tutti gli altri fiumi minori, hanno registrato un incremento rispetto al precedente quadriennio. La portata media annuale (1680 m3/sec) è risultata maggiore rispetto al valore medio storico di 1480 m3/sec (calcolato sul periodo 1917-2007).
Durante il mese di luglio nell´area costiera (100-300 m dalla battigia) antistante Cesenatico-Cervia si è sviluppato un´intensa fioritura microalgale sostenuta dalla Raphidoficea Fibrocapsa japonica che ha determinato una colorazione rosso-bruna delle acque ed una forte riduzione della trasparenza.
Gli aggregati mucillaginosi nel 2008 non sono comparsi in nessuna parte dell´Adriatico nord-occidentale. Dal rapporto azoto/fosforo si riconferma anche per il 2008 il ruolo del fosforo quale fattore limitante la crescita algale per la maggior parte delle stazioni monitorate sia in costa che al largo. Durante il periodo estivo il rapporto N/P tende ad abbassarsi notevolmente configurando condizioni di azoto-limitazione particolarmente nella zona costiera: questo andamento è stato già riscontrato nelle indagini degli anni precedenti.
Con riferimento infine al D.Lgs.152/99 e successive integrazioni (D.Lgs. 258/00) è stata effettuata la classificazione dello stato qualitativo ambientale delle acque costiere sulla base dell´andamento dell´indice trofico TRIX. Dopo un periodo (2003-2006) di continuo decremento del TRIX emerge un allineamento dell´Indice Trofico alla situazione del 2001/2002; questa condizione è essenzialmente imputabile alle elevate precipitazioni che hanno caratterizzato sia il bacino padano che quelli costieri. Gli eventi di ipossia e anossia nelle acque di fondo si sono verificati nel settore centro settentrionale della costa con estensione e durata superiore al 2007.


E´ possibile scaricare l´intero rapporto in formato pdf cliccando sul link sottostante:
Rapporto Eutrofizzazione 2008 (pdf, 11,97 Mb)


Un numero limitato di copie della versione integrale è disponibile presso la Struttura Oceanografica Daphne sita in Via Vespucci n°2 a Cesenatico.
Per informazioni contattare il Dott. Giuseppe Montanari al n° di tel. 0547/674905.

Correlazioni
Rapporto Eutrofizzazione 2007
Rapporto Eutrofizzazione 2006
Rapporto Eutrofizzazione 2005
Rapporto Eutrofizzazione 2004
Rapporto Eutrofizzazione 2003
Rapporto Eutrofizzazione 2002


Versione stampabileVersione stampabile