Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Rifiuti /

Report sulla gestione dei Rifiutii in Emilia-Romagna

Pubblicato il Report 2013 riguardante la gestione dei rifiuti urbani nel 2012

(20/12/13) 

Il Report sulla gestione dei rifiuti, giunto quest’anno alla decima edizione, offre a cittadini, amministratori e operatori del settore un quadro sintetico sulla gestione dei rifiuti urbani e speciali nella nostra Regione e costituisce uno strumento fondamentale per verificare i risultati ottenuti, intervenire sui punti critici ed orientare le scelte.

Nel corso degli anni la base conoscitiva si è progressivamente ampliata grazie alla volontà dell’Amministrazione regionale di sviluppare un sistema informativo sempre più completo ed effi cace che ha richiesto la collaborazione di tutti i soggetti coinvolti: in primo luogo Arpa in qualità di Osservatorio regionale, quindi le Amministrazioni comunali e provinciali, i gestori dei servizi di raccolta e i gestori degli impianti di trattamento. Il sistema così delineato ha consentito di approfondire specifi ci aspetti quali ad esempio l’evoluzione dei sistemi di raccolta, lo studio dei fl ussi dei rifiuti differenziati, l’analisi sui costi dei servizi di igiene urbana e sull’applicazione del sistema tariffario.

Tutto ciò con l’obiettivo di comunicare dati certi e aggiornati e di rendere sempre più trasparente la gestione dei rifiuti, rispondendo in particolare alle richieste di informazione e coinvolgimento da parte dei cittadini.

Questi i risultati più rilevanti della gestione 2012:

  • la produzione complessiva dei rifiuti urbani è diminuita quasi del 4%. Tale dato è certamente influenzato dall’attuale crisi economica che ha inciso sulle spese delle famiglie, ma auspichiamo che la contrazione della produzione sia almeno in parte effetto di un cambiamento negli stili di vita dei cittadini, più attenti all’utilizzo sostenibile delle risorse e alla riduzione degli impatti ambientali;
  • la raccolta differenziata ha raggiunto la percentuale del 53,9% a livello regionale, confermando in tal modo il trend in continua crescita dei quantitativi di rifiuti urbani raccolti in modo differenziato rispetto a quelli avviati a smaltimento; sono 75 i comuni Emiliano-Romagnoli che hanno già raggiunto l’obiettivo del 65% di raccolta differenziata.
    Il sistema di raccolta più diffuso è ancora quello che utilizza i contenitori stradali anche se il sistema di raccolta “porta a porta” ha registrato nel 2012 un ulteriore lieve aumento. Un ruolo fondamentale è ricoperto anche dai 371 centri di raccolta che servono il 100% della popolazione emiliano romagnola;
  • la gestione 2011 dei rifiuti speciali, stimata attraverso le dichiarazioni MUD, è cresciuta del 4% rispetto al 2010 ma sono aumentati i quantitativi avviati a recupero (+9%) e diminuiti quelli avviati a smaltimento (-7%).

 

Leggi il Report "La gestione dei Rifiuti in Emilia-Romagna 2013"

 



Versione stampabileVersione stampabile