Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Verso il nuovo Sistema nazionale di protezione ambientale

Si apre oggi a Roma la Conferenza del sistema nazionale di protezione ambientale; Ecoscienza 1/2014 dedica ampio spazio ai temi guida dell´evento.

(10/04/14) 

Il Sistema nazionale di prevenzione ambientale, una nuova legge per cambiare passo
In occasione della XII Conferenza del Sistema nazionale per la protezione dell´ambiente (Roma, 10-11 aprile 2014), Ecoscienza dedica ampio spazio alla proposta di legge - recentemente approvata dalla Commissione Ambiente della Camera - che modifica il profilo del sistema di controllo ambientale nel nostro paese, alle esperienze delle Agenzie ambientali a vent’anni dall’istituzione e alle nuove sfide imposte da un quadro normativo e socio-economico in continuo cambiamento. Tra gli aspetti salienti della proposta di legge l’introduzione dei Lepta (Livelli essenziali di prestazioni tecniche ambientali) e nuove modalità di definizione delle fonti di finanziamento delle Agenzie.
Qualità dell’aria e ambiente e salute sono i temi al centro dei due eventi preparatori della conferenza (Bologna, 20-21 marzo 2014 - Brindisi, 31 marzo-1 aprile 2014) ai quali Ecoscienza ha dedicato due servizi già pubblicati in anteprima online e ora disponibili anche nel cartaceo.

Aria: quale qualità? Sistema conoscitivo, problemi e sfide
L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) ha inserito l’inquinamento atmosferico nella lista dei cancerogeni certi. L’Europa ha su questo tema una strategia per ottenere benefici significativi per la salute umana e l’ambiente (adozione di limiti più stringenti per gli inquinanti, finanziamenti e incentivi per le politiche locali di contrasto all’inquinamento). L’Italia ha una situazione certamente non incoraggiante, in particolare nel bacino padano e nelle grandi città, ma non manca qualche segnale positivo.

Ambiente e salute. Esperienze, nuove sfide e proposte operative
La separazione delle competenze ambientali e sanitarie, sancita dal referendum del 1994, non ha certo risolto definitivamente il delicato rapporto tra ambiente e salute. La crescente attenzione (mediatica, ma non solo) sui rischi delle esposizioni ambientali per la salute della popolazione, pone anzi questa relazione in una posizione di sempre più stringente attualità. È quindi essenziale un’ampia riflessione sulle valutazioni integrate e sulla necessità e l’opportunità di definire le sinergie operative tra istituzioni ambientali e sanitarie.
Molti sono i “punti caldi” in Italia su cui il tema ambiente-salute è oggi al centro dell’attenzione (Terra dei fuochi in Campania, Ilva di Taranto, Valle del Sacco nel Lazio, in generale tutti i Siti di interesse nazionale per le bonifiche) e su cui sono stati svolti o sono in corso studi epidemiologici e ambientali importanti.

Tra gli altri argomenti trattati in questo numero: il progetto europeo CC-WARE su cambiamenti climatici e vulnerabilità delle risorse idriche (già pubblicato in anteprima online), l’analisi dell’evento estremo dello scorso novembre in Sardegna.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Libri, Eventi

Vai a Ecoscienza 1/2014, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 1/2014 (pdf)

Vai agli altri numeri di Ecoscienza

Note
Gli articoli alle pagine 51 e 77 saranno disponibili a breve completi di bibliografia nella versione online della rivista per singolo articolo.
La proposta di legge  sulla riforma del sistema nazionale di protezione ambientale, nella versione aggiornata al 26 marzo 2014, è disponibile sul sito di Arpa Emilia-Romagna.



Versione stampabileVersione stampabile