Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

"L’Italia fragile" su Ecoscienza 3/2015

E’ online Ecoscienza 3/2015, numero monografico sul dissesto idrogeologico e i temi collegati.

(03/07/15) 

La fragilità del territorio e il rischio idrogeologico, il consumo di suolo e l’urbanistica, gli eventi meteo estremi e il cambiamento climatico, la comunicazione del rischio, i costi dell´agire e del non agire, l’opinione dei protagonisti tecnici e politici, il controllo e la prevenzione sono alcuni dei temi affrontati in questo ampio numero monografico della rivista di Arpa Emilia-Romagna.

L’ITALIA FRAGILE
Dissesto idrogeologico, dall’emergenza alla prevenzione con nuove sinergie

La fragilità del territorio italiano, il livello di consumo di suolo e il rischio idrogeologico costituiscono un insieme di criticità che determina una strutturale debolezza economica e una costante fonte di tensione sociale, si pensi alla Liguria degli ultimi anni.
Fenomeni estremi sono ricorrenti in Italia fin da tempi molto lontani, anche se il cambiamento climatico ci obbliga a confrontarci con una frequenza ben diversa e con intensità a cui non eravamo abituati.
Tutto questo rende urgente esaminare tutti i diversi aspetti dello stesso problema considerandone l’interdipendenza e l’esigenza di sinergie sia sul piano tecnico che su quello politico. Le scienze legate alla meteoclimatologia, quelle che riguardano l’idraulica e l’idrogeologia devono interagire fra loro e con l’urbanistica, la statistica e l’economia, anche per comprendere davvero la sostenibilità dei costi economici e sociali dell’agire e del non agire.

Anche la comunicazione, in tutti i suoi aspetti compreso il ruolo di internet e delle reti sociali, va messa in relazione al resto sia per la diffusione delle conoscenze, sia nel momento delicatissimo e difficile di gestione dell’allerta e di comunicazione del rischio.

Su questi temi governance tecnica e politica devono lavorare insieme, esprimendo sinergie inusuali, a partire dalla formazione fino al governo dei fenomeni, realizzando concretamente il passaggio dalla cultura della emergenza a quella della prevenzione. Ecoscienza, con questo ampio numero monografico, intende dare il proprio contributo di approfondimento e di confronto.

Muoversi a piedi fa bene alla salute e alle nostre città: in questo numero anche il punto sulla campagna della Regione Emilia-Romagna "Siamo nati per camminare", una campagna che parla a piccoli per educare i grandi.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Libri ed Eventi.


 

Vai a Ecoscienza 3/2015, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 3/2015 (pdf)

Vai agli altri numeri di Ecoscienza

 

 

 

 

 

 

 

(DR)



Versione stampabileVersione stampabile