Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Nuove competenze di Arpae

Dall´1 maggio l´Agenzia gestisce le concessioni demaniali degli ex Servizi tecnici di bacino.

(02/05/16) 

Prosegue in Emilia-Romagna il percorso di riforme istituzionali delle funzioni in materia di ambiente ed energia previsto dalla LR. 13/2015, in attuazione della legge Delrio.

Dopo la prima fase, che ha portato alla nascita dal 1° gennaio 2016 di Arpae, la nuova Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia in cui sono confluiti i Servizi ambiente delle nove Province della regione, è ora la volta dei Servizi tecnici di bacino (STB), le cui attività ed il cui personale sono stati distaccati in parte ad Arpae (49 unità) e in parte all´Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, con l´obiettivo di ottenere una maggiore efficienza e un miglioramento di servizi e attività cruciali per l´uso sostenibile di importanti risorse naturali (acque e suoli demaniali) e per la difesa dell´ambiente e del territorio.

In particolare, a partire dal 1° maggio 2016, sono assegnate ad Arpae le attività di gestione delle aree demaniali e delle risorse idriche presidiate dagli ex Servizi tecnici di bacino (STB).
Pertanto, le richieste di concessione vanno indirizzate alle Strutture territoriali di Arpae, Strutture autorizzazioni e concessioni (SAC).



Versione stampabileVersione stampabile