Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Rifiuti /

Verso una nuova legge sulle aree protette, online Ecoscienza 2/2016

Tra gli altri argomenti rischio valanghe e previsioni, rischio zanzare e virus Zika, spreco di cibo e donazione delle eccedenze alimentari.

(16/05/16) 

Ecoscienza 2/2016
In questo numero:

VERSO UNA NUOVA LEGGE PER LE AREE PROTETTE
Il futuro tra tutela del patrimonio naturale e sviluppo sostenibile

La difesa della biodiversità e della natura si accompagna sempre più alla valorizzazione di un capitale naturale che assume diverse dimensioni, grazie alla crescente importanza del turismo ambientale, delle produzioni agroalimentari tipiche di qualità e della valorizzazione del territorio. A 25 anni dalla legge 394/1991, da più parti si sente l’esigenza di rivedere quel testo, proprio per andare incontro al mutato contesto e per garantire agli enti di gestione una governance migliore.
 In Parlamento è in discussione un disegno di legge che, con il contributo di diversi attori, intende delineare un nuovo quadro in grado per consentire ai  parchi italiani di fronteggiare le nuove sfide e valorizzazare il grande capitale naturale del nostro paese.


RISCHIO SANITARIO DA ZANZARE, VERSO UNA STAGIONE IMPEGNATIVA

Le minacce dal cambiamento climatico e da virus Zika

La prossima stagione estiva potrebbe essere molto impegnativa a causa dell’inverno mite e di epidemie in corso in paesi con cui ci sono flussi commerciali e turistici consolidati. Dal primo febbraio 2016, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, quella da Zika virus (trasmesso da zanzare e pericoloso in particolare per i nascituri) è un’emergenza sanitaria di rilevanza internazionale. Anche per questo l’Emilia-Romagna rafforza il piano di prevenzione e controllo, con il supporto di Arpae. Servono nuove forme per comunicare e per sensibilizzare i cittadini.


PREVISIONE E PREVENZIONE DEL RISCHIO VALANGHE

Come cambia il rischio, come cambiano gli strumenti

Il cambiamento climatico in atto, associato a una notevole crescita delle attività sulla neve (sci alpino, alpinismo ed escursionismo, in particolare quello con le ciaspole) pone nuovi problemi nell’attività di previsione e prevenzione del rischio valanghe. Cambiano i tipi di valanghe e i territori interessati; ciò richiede l’adeguamento e il ripensamento degli strumenti di previsione e allarme. All’innegabile potenziamento tecnologico, non sempre
si accompagna un’adeguata preparazione da parte di chi si avventura sulla neve. Nuovi e più potenti gli strumenti a disposizione
dei previsori, dagli studi
e le osservazioni dai Centri funzionali
 al Sistema Nevemont.


VERSO UNA LEGGE CONTRO GLI SPRECHI ALIMENTARI
Più facile donare le eccedenze e ridurre i rifiuti da alimenti

Al Senato è in discussione una proposta di legge per limitare lo spreco di cibo e di farmaci, e favorire la donazione di prodotti alimentari ai fini di solidarietà sociale. La grande distribuzione organizzata gioca un ruolo fondamentale nella riduzione dei rifiuti alimentari e nel recupero delle eccedenze. Uno studio effettuato nel 2015 in Emilia-Romagna dimostra che il potenziale è enorme.

Tra gli altri argomenti: Giorgio Assennato sulla governance ambientale, l’esito del monitoraggio dell’Adriatico nel 2015, il nuovo Quaderno di Arpae sull’erosione costiera, anomalie climatiche nel 2015, l’applicazione della tariffa puntuale sui rifiuti a Budrio, innovazione ambientale nelle aree di servizio autostradale.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Libri ed Eventi.

Vai a Ecoscienza 2/2016, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 2/2016 (pdf)

Vai a Ecoscienza hp

/DR



Versione stampabileVersione stampabile