Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Acque di balneazione, al via il periodo di monitoraggio

Al via il monitoraggio su tutte le acque di balneazione della regione Emilia-Romagna

(20/05/16) 

Il controllo delle acque di balneazione a garanzia della salute dei bagnanti coprirà il periodo dal 21/05/2016 al 30/09/2016, come stabilito dall’Ordinanza n. 1/2016 della Regione Emilia-Romagna e dalla DGR 540/2016.

Il monitoraggio delle acque di balneazione è affidato ad Arpae Emilia-Romagna. Le sezioni Arpae costiere provvedono, ognuna per il territorio di competenza, al prelievo dei campioni che vengono sottoposti ad analisi microbiologiche dal Laboratorio Tematico della sezione di Rimini.

I campionamenti sono effettuati secondo il calendario fissato dalla Regione Emilia-Romagna e trasmesso al Ministero della Salute e alla Commissione UE, prima dell’inizio della stagione balneare.

Le acque marine di balneazione lungo il litorale dell´Emilia-Romagna per il 2016 sono complessivamente 93, come stabilito nella DGR n. 540 del 18/04/2016 della regione Emilia-Romagna.

Il punto di monitoraggio è fissato all’interno di ciascuna acqua marina di balneazione dove si prevede il maggior afflusso di bagnanti o il rischio più elevato di inquinamento.

I parametri ricercati previsti dalla normativa vigente sono Escherichia coli ed Enterococchi intestinali.

Il D.Lgs.116/2008 prevede che poco prima dell’inizio del periodo di controllo delle acque di balneazione a garanzia della salute dei bagnanti, sia prelevato in ogni punto di monitoraggio un campione “aggiuntivo” (definito pre-stagione) per accertare le condizioni igienico-sanitarie delle acque. Nel mese di maggio è stato eseguito tale campionamento per tutte le acque di balneazione dell´Emilia-Romagna e gli esiti sono già disponibili sul sito, sia nelle pagine di dettaglio delle singole acque, sia nella sezione dedicata ai Bollettini stagionali.

La classificazione delle acque marine di balneazione della Regione Emilia-Romagna, sulla base delle analisi eseguite nel quadriennio 2012-2015, risulta di qualità “eccellente” per 76 acque di balneazione, "buona" per 6 e "sufficiente" per 3. Otto acque di balneazione, sono "in attesa di classificazione", dato che non è stato ancora completata la serie di dati di monitoraggio previsto dalla normativa.



Versione stampabileVersione stampabile