Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Bologna /

Cattivi odori a Bologna

Arpae ha verificato che l’origine delle puzze proveniva da un impianto di compostaggio di Ozzano dell’Emilia (BO).

(21/07/16) 

I cattivi odori avvertiti giovedì 21 luglio a Bologna e segnalati dai numerosi cittadini nel quartiere San Vitale-San Donato e zone limitrofe (Reno-Borgo Panigale) sono stati pesumibilmente originati dalle attività di un’azienda che si occupa di compostaggio del verde situata nel Comune di Ozzano dell’Emilia (BO).

Nella mattinata di giovedì 21 luglio (tra le ore 9 e le 12), Arpae Bologna ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini, Vigili del fuoco, funzionari di amministrazioni comunali di un forte odore, riconducibile a quello dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti urbani. La puzza era così forte da interessare diversi quartieri della città.

I tecnici Arpae sono intervenuti per accertare l´entità della segnalazione e identificarne la possibile causa.

L’Agenzia ha constatato la presenza e la tipologia dell’odore segnalato e ha eseguito tempestivamente un sopralluogo presso un´Azienda del territorio che, per l’attività svolta, poteva rappresentare la possibile causa dell´odore: si tratta di un impianto di compostaggio del verde situato nel Comune di Ozzano dell’Emilia (BO).

I tecnici Arpae hanno verificato un’intensità più forte dell’odore in prossimità dell’impianto e la causa: l’attività in corso inerente il rivoltamento di cumuli di materiale in compostaggio in fase di maturazione (erba, foglie e residui di potatura).

La direzione prevalente del vento rilevata dalla centralina meteo presente presso l’impianto ha favorito la diffusione/dispersione degli odori, dall´impianto verso la città, principalmente verso le zone da cui sono arrivate le segnalazioni dei cittadini. 

Sono pertanto state concordate con i gestori dell’impianto alcune misure di mitigazione da mettere in atto fino al completamento della lavorazione all’origine dei cattivi odori (presumibilmente della durata di uno/due giorni). Su richiesta di Arpae, l’Azienda proseguirà l’attività tenendo conto della direzione prevalente dei venti e negli orari  in cui è minima la presenza di inversione termica.

Aggiornamento di venerdì 22 luglio 2016
Nella giornata di venerdì 22 luglio gli operatori di Arpae hanno effettuato un ulteriore sopralluogo presso l’azienda, verificando che sono state interrotte tutte le operazioni di rivoltamento e che permane un cattivo odore nelle vicinanze dell’impianto.

I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni.



Versione stampabileVersione stampabile