Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Contributo di Arpae al recepimento della Direttiva 2014/95/UE

Proposte del Gruppo di lavoro “Il reporting non finanziario" agli Stati Generali della Green Economy

(03/11/16) 

Un contributo di Arpae Emilia-Romagna agli Stati Generali della Green Economy

Arpae ha collaborato nei Gruppi di lavoro degli Stati Generali della Green Economy anche per l’edizione del 2016. In quest´ultima occasione, grazie anche al lavoro condotto per il Rapporto integrato di sostenibilità dell’Agenzia, ha partecipato ai lavori del Gdl “Il reporting non finanziario” concentrato sul recepimento della Direttiva 2015/95/UE sul "Reporting non finanziario".

Il Rapporto di Arpae, finalizzato a rendicontare gli ambiti di sostenibilità ambientale economica e sociale dell’Agenzia secondo un approccio interdisciplinare e integrato, trova il contesto nel dibattito internazionale sulla necessità di muoversi oltre il Pil e oltre la reportistica classica, verso nuovi indicatori di misurazione di performance, pressioni, di effetti diretti e indiretti e del valore prodotto. Questo Rapporto può considerarsi parte integrante di applicazione e risposta dell’Agenzia al Collegato ambientale e del relativo percorso che porterà, entro il 2016, al recepimento della direttiva, seguendo  le indicazioni fornite nel tempo da Ocse, Commissione e Parlamento europeo, Club di Roma e quindi dal Rapporto della Commissione Stiglitz-Sen-Fitoussi.

Il Collegato ambientale prevede la redazione di un rapporto annuale sullo stato del capitale naturale del paese, con informazioni e dati ambientali espressi in unità fisiche e monetarie, da presentare al governo e obbliga il governo all’elaborazione della Strategia italiana di sviluppo sostenibile, al fine di delineare gli interventi volti al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Onu 2030, sottoscritti anche dall’Italia. Inoltre comporta l’elaborazione di un allegato al Documento di economia e finanza dedicato agli indicatori di Benessere equo e sostenibile (Bes).

Nei lavori del gruppo sul Reporting non finanziario sono così stati integrati alcuni aspetti di struttura e contenuti della nuova reportistica integrata dell’Agenzia nella proposta di recepimento della Direttiva 2014/95/UE. Sul sito degli Stati Generali sono già state pubblicate le proposte di recepimento (POLICY RECCOMENDATION) della Direttiva, conclusive dei lavori del gruppo, nel percorso di consultazione.

 

Martedì 8 Novembre a Ecomondo dalle 15:00 alle 18:00 tra le altre sessioni sono previste in collaborazione anche con il Ministero dell´Ambiente le due sessioni tematiche:

"L’Agenda 2030 e il reporting non finanziario delle imprese" e "Green bond e altri strumenti finanziari per una green economy"

 

Nella sessione plenaria di mercoledì 9 Novembre 2016 saranno presentate tutte le Proposte di Policy presentate dai Gruppi di Lavoro e approvate dal Consiglio Nazionale della Green Economy.


 



Versione stampabileVersione stampabile