Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Online il report “Le attese degli utenti - 2016”

Sono disponibili gli esiti dell’indagine condotta su: “Le attese degli utenti nella fase di avvio di Arpae”.

(20/12/16) 

È online il report  “Le attese degli utenti nella fase di avvio di Arpae - Report dell´indagine 2016”.

Il 1° gennaio 2016, in applicazione della L.R. 13/2015, ha preso avvio operativo la nuova Agenzia regionale per la prevenzione, l´ambiente e l´energia (Arpae), che integra funzioni, personale e competenze di Arpa, degli ex Servizi Ambiente delle Province e del Settore Demanio idrico degli ex Servizi tecnici di bacino.

Non si tratta solo di un cambio di marchio e nemmeno di una sommatoria di servizi posti in capo ad un unico ente, ma bensì di una rinnovata e potenziata visione del monitoraggio, del controllo, della tutela, del rilascio delle autorizzazioni ambientali e delle concessioni demaniali.

Il progetto di Arpae punta infatti ad una maggiore conoscenza del territorio e delle pressioni ambientali, con una maggiore omogeneità nell´erogazione dei servizi, una maggiore capacità di supporto alle imprese, un più forte supporto elaborativo per le politiche ambientali ed una più efficace e articolata azione di informazione ambientale.

La nascita di Arpae ha consigliato quindi di acquisire elementi di valutazione sulle attese che gli utenti istituzionali ed i privati (mondo produttivo e cittadini) hanno verso il nuovo soggetto.

Il report presenta gli esiti dell’indagine condotta nell’estate 2016 su un campione di oltre 5.100 stakeholder e su coloro che hanno aderito all’iniziativa tramite la pagina internet dedicata. 

Arpae è un nuovo soggetto, con nuovi riferimenti ed un nuovo posizionamento, cui complessivamente gli utenti chiedono una visione regionale, ma che non trascuri i legami con il territorio che hanno caratterizzato gli enti che ora la compongono. Si chiede una guida forte ed unitaria all’interno dell’Agenzia, ma capace di portare a sintesi le molteplici istanze che giungono dal territorio.

Arpae dovrà essere un efficace riferimento tecnico verso l’esterno, interpretando le richieste della società e sviluppando un dialogo collaborativo con gli stakeholder per il miglioramento delle performance ambientali.

L’Agenzia dovrà operare con autorevolezza e leadership in un contesto di soggetti pubblici e privati, singoli ed associati, con cui definire modalità e strumenti della tutela ambientale, diffondendo i saperi acquisiti con la propria attività, anche attraverso l’impiego di nuovi linguaggi e strumenti.

Alla nuova Agenzia viene chiesta, con forza, anche un’azione di semplificazione del sistema autorizzatorio quale contributo ad una maggiore efficienza del sistema produttivo e pubblico.

Adriano Libero, Michele Banzi, Giulia Caiani

Vai al report “Le attese degli utenti - 2016”



Versione stampabileVersione stampabile