Temi ambientali
Arpae in regione
Arpa Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Protezione delle acque e uso potabile, online Ecoscienza 6/2016

Tra gli altri argomenti trattati il sisma in Italia centrale e il monitoraggio degli effetti ambientali, piccoli passi per il clima alla Cop22.

(06/02/17) 

La protezione delle risorse idriche e i piani di sicurezza sono al centro del nuovo numero di Ecoscienza disponibile online. Gli altri argomenti principali il sisma in Italia centrale e l´impegno di Ispra e delle Agenzie ambientali nel monitoraggio degli effetti ambientali, buoni propositi e piccoli passi per contenere il riscaldamento globale alla Cop22 del novembre scorso.

RISORSE IDRICHE E ACQUE A USO POTABILE
Garantire la sicurezza dell’acqua destinata al consumo umano significa prevenire e gestire i rischi che dipendono sia dalla fragilità delle risorse idriche rispetto alle contaminazioni ambientali, sia dall’assetto complessivo della gestione del ciclo idrico. Il modello Water safety plan dell’Organizzazione mondiale della sanità, trasposti in Italia nei Piani di sicurezza dell ’acqua (PSA), si sta sperimentando in Emilia-Romagna e in altre regioni italiane con il supporto delle Agenzie ambientali.

La tutela delle acque 
va coniugata con le risposte al cambiamento climatico e a nuove minacce - vere o percepite - quali, ad esempio, i residui di medicinali, i diserbanti e i pesticidi, l’amianto.
Per affrontare queste sfide e per una gestione del bene comune “acqua” ­ capace di coniugare la tutela degli utenti deboli con la sostenibilità dei costi e degli investimenti, occorre mettere in comune le conoscenze e le esperienze dei soggetti coinvolti, senza trascurare la comunicazione e la partecipazione dei cittadini.

TERREMOTO, L´IMPEGNO DI ISPRA E DELLE AGENZIE AMBIENTALI
Il Sistema nazionale di protezione dell’ambiente - costituito da Ispra e Arpa e Appa - è impegnato nelle zone interessate del sisma in Italia centrale per la valutazione dei rischi e dell’idoneità dei siti destinati all’accoglienza; altre attività riguardano l’analisi sulle acque potabili, gli accertamenti sugli impianti industriali e sui depuratori, la gestione delle macerie.

CLIMA, A MARRAKECH BUONI PROPOSITI E PICCOLI PASSI
Alla Cop 22 di Marrakech, svoltasi lo scorso novembre, è iniziato il percorso per l’applicazione dell’accordo di Parigi per contrastare i cambiamenti climatici. Numerosi gli impegni presi per limitare il riscaldamento globale, anche sotto la spinta propulsiva dell’Europa, ma i tentativi e le speranze di affermare l’azione globale rischiano di concretizzarsi in piccoli passi, insufficienti a raggiungere gli obiettivi dichiarati.

In questo numero parliamo anche di Snpa e primo Consiglio nazionale del Sistema, Arpae e attese degli utenti, rete dei saperi per la sostenibilità in Emilia-Romagna, formazione a distanza in Arpae, vino biologico e sostenibile, mappatura dei manufatti in amianto in Calabria.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Libri ed Eventi.

 

Vai a Ecoscienza 6/2016, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 6/2016 (pdf)

Vai a Ecoscienza online



 

 

 

 

/DR



Versione stampabileVersione stampabile