Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Energia /

Direttiva UE rinnovabili: sempre più strategiche

Le energie rinnovabili in Europa diventano sempre più convenienti

(12/07/18) 

 

Siamo nella fase terminale una vasta e complessa trattativa europea sugli obiettivi del periodo 2020-30, con azioni per ridurre l’impatto del sistema economico sul cambiamento climatico in corso. Nello scontro tra il Parlamento Europeo, che proponeva target sfidanti, e la Commissione Europea, che puntava a una sostanziale continuità con l’atteggiamento prudente fin qui tenuto, si sono contrapposte le ragioni dello sviluppo sostenibile e della redditività delle filiere produttive tradizionali.

Indicatori significativi del nuovo corso europeo riguardano l’energia prodotta da fonti rinnovabili sui consumi finali (per la quale si è stabilito un target al 32%, scegliendo tra la forchetta tra il 30 della Commissione e il 35% del Parlamento), e l’efficienza energetica. questi target si dovranno presto tradurre in concreti investimenti.

Un punto strategico nel prossimo futuro sarà l’autoconsumo energetico; la tecnologia in grado di produrre energia rinnovabile è per sua natura diffusa, scalabile ed adeguabile alla scala del consumo. Ma sono presenti ancora grandi investimenti pregressi non ancora ammortizzati (impianti termoelettrici, reti di distribuzione, ecc.) che in caso di una diffusione massiccia dell’autoconsumo potrebbero perdere punti di competitività. Il problema del sistema elettrico mondiale è il cambiamento inesorabile che distribuisce benefici sulla comunità a scapito di pochi grandi operatori energetici. Il settore delle rinnovabili e dell’efficienza energetica, è in progressiva crescita, anche grazie alla fissazione del target europei al 2030. In Italia sarà necessario rivedere la Strategia energetica Nazionale (SEN), adattandola ai nuovi obiettivi, e definire il Piano Clima-Energia, in prima stesura entro la fine dell’anno. In una società ormai interconnessa e sempre più dipendente dall’energia elettrica, si faranno strada pratiche innovative di produzione-consumo di energia nei singoli territori (storage, e-mobility, e-farm, ecc). 



Versione stampabileVersione stampabile