Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Idro-Meteo-Clima /

Il progetto ALADIN per l´irrigazione di precisione in agricoltura

Un servizio che migliora l’efficienza nella gestione delle risorse idriche e va verso un’agricoltura sostenibile.

(09/07/18) 

Un progetto che risponde all’esigenza prioritaria di migliorare l’efficienza nella gestione delle risorse idriche in agricoltura, anche in considerazione dei cambiamenti climatici in atto.

ALADIN – Agroalimentare Idrointelligente - è un progetto di ricerca, iniziato nel 2016, per sviluppare un’irrigazione di precisione a rateo variabile che oggi è arrivato a conclusione delle sue attività. 

Le attività, finanziate dalla Regione Emilia-Romagna con fondi europei (POR FESR 2014-2020) sono state realizzate da Cidea (Centro Interdipartimentale Energia Ambiente, Università degli studi di Parma) insieme a  T&A Tech (Laboratorio Terra&AcquaTech, Università di Ferrara), Crpa Lab (Laboratorio CRPA Lab, Centro Ricerche Produzioni Animali – C.R.P.A. S.p.A.), Ssica (Stazione Sperimentale per l´Industria delle Conserve Alimentari, CCIAA), Cer (Consorzio di bonifica di secondo grado per il Canale Emiliano Romagnolo, Canale Giandotti).

Tra i diversi i enti che hanno collaborato al progetto, c´è anche Arpae Emilia-Romagna con il suo laboratorio di telerilevamento. 

ALADIN va nella direzione di un’agricoltura sostenibile creando le condizioni per un’irrigazione ottimale delle colture intensive di pieno campo, in particolare di mais e pomodoro, per le quali le carenze idriche possono rappresentare importanti fattori di stress con ricadute negative su quantità, qualità delle produzioni e, nei casi più gravi, anche compromettere la loro commestibilità. 

Il progetto, attraverso una sperimentazione biennale in laboratorio e in campo, ha integrato tecnologie informatiche (droni e software), meccaniche e le più avanzate conoscenze agronomiche. 

È stata sviluppata una nuova piattaforma tecnologica multi-sensoriale per misurare lo stress idrico in atto delle coltivazioni, individuare le aree omogenee di esigenza idrica entro ogni appezzamento, gestire automaticamente l’informazione fino alla produzione di una sequenza di comandi per governare l’adacquata (distribuzione dell’acqua irrigua nei campi) di una macchina irrigatrice a rateo variabile.

L’innovativo servizio irriguo è attivo, in fase sperimentale, da aprile 2018: l´agricoltore, con pochi semplici passaggi, registra campi e colture sul server Aladin, avvia la propria macchina irrigatrice e il sistema, attraverso la Aladin Mobile App, comanda e governa “a distanza” l’irrigazione, evitando inutili sprechi e con una risparmi idrici fino a circa il 20% (rispetto al caso senza irrigazione differenziata per zone).

Un servizio molto utile, quindi, che apre potenziali nuovi scenari di utilizzo sostenibile della risorsa idrica in ogni azienda agricola, con evidenti benefici sia per l’ambiente che per l’agricoltura. 

Come funziona il sistema ALADIN - Agroalimentare Idrointelligente (tratto dal sito ufficiale del progetto):

Cosa ha fatto Arpae per il progetto ALADIN 

Il Laboratorio di telerilevamento di Arpae ha svolto le analisi di immagini da satellite e il confronto della radiometria tra sensoristica sul satellite e quella presente a bordo del drone utilizzato nel progetto. Per fare questa attività è stato necessario pianificare una serie di voli del drone sui siti sperimentali del progetto in corrispondenza dei passaggi del satellite. 

I satelliti utilizzati appartengono all´ESA (European Space Agency) in particolare si tratta dei Sentinel-2 messi in orbita nell´ambito del programma europeo Copernicus, i cui dati sono accessibili liberamente come Open Data.

Utilizzare dati da satellite consente di superare alcune problematiche tecnico-operative legate all´uso dei droni, come la necessità di raggiungere il luogo da rilevare, l’impossibilità di eseguire un volo sotto certe condizioni meteo (es. vento intenso) o entro un determinato raggio dagli aeroporti e la necessità di richiedere un´autorizzazione per il volo. Anche i dati da satellite hanno alcuni svantaggi tra i quali la presenza di nubi in corrispondenza dei passaggi.

(/RR)

I video realizzati sul progetto ALADIN

dal Sole 24 ore |  dal Centro CIDEA e presentato al concorso spot video “Io investo QUI”



Versione stampabileVersione stampabile