Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Energia /

Certificati bianchi, i dati del GSE

Bilancio positivo negli ultimi sei mesi: oltre 1.400 istruttorie.

(11/07/18) 

I dati del GSE descrivono buone dinamiche di mercato sui certificati bianchi. 

Il GSE gestisce i procedimenti amministrativi sui Titoli di Efficienza Energetica (TEE, chiamati anche certificati bianchi), che attestano risparmi energetici attraverso l’applicazione di tecnologie e sistemi efficienti di vari soggetti e che implicando il riconoscimento di contributi economici. Alcuni soggetti, come i distributori di elettricità o gas, sono obbligati a conseguire i TEE; perciò essi possono realizzare interventi di efficientamento energetico, ottenendo i corrispondenti certificati bianchi, oppure possono scegliere di soddisfare i loro obblighi acquistando da altri soggetti ("attori volontari", altre società operanti nel settore dei servizi energetici) titoli di efficienza energetica attestanti il conseguimento di risparmi. La compra-vendita di titoli avviene o con contratti bilaterali oppure attraverso il mercato dei titoli di efficienza energetica, organizzato e gestito dal Gestore del Mercato Energetico (GME) d’intesa con l’Autorità ARERA. Gli attori volontari più attivi sono le Energy Service Company (ESCo), cioè le società che effettuano direttamente gli interventi di efficientamento energetico, assumendosi i rischi imprenditoriali e condividendo i risparmi economici ottenuti con i clienti finali.

L’esperienza italiana sui TEE è stata la prima al mondo nell´applicazione di questo tipo di strumenti di mercato per promuovere l’efficienza energetica. Successivamente all’introduzione in Italia nel 2005, la struttura del meccanismo e della relativa regolazione attuativa sono stati oggetto di approfonditi studi e analisi da parte della Commissione Europea, dell´Agenzia Internazionale per l´Energia e di un numero crescente di Paesi, sia europei, sia extra-europei. In 12 anni hanno permesso di certificare oltre 25 milioni di tep (tonnellate equivalenti di petrolio) di risparmio energetico in Italia. Dopo un rallentamento degli ultimi anni, ora dal meccanismo incentivante si attende nuovo slancio.  

L’andamento degli esiti e le tempistiche dei procedimenti riguardanti i TEE sono riportate nel Contatore Certificati Bianchi attivato dal GSE. Il Contatore riporta il numero delle richieste pervenute e il numero delle istruttorie concluse disaggregate per tipologia di progetto. Nella sezione “Dettagli” del Contatore sono visualizzate le informazioni di dettaglio dei titoli: numerosità delle richieste presentate, le tipologie di progetto, la distribuzione mensile dei TEE riconosciuti, le categorie d´intervento, per tipologia di soggetti ammessi, ecc. Nella sezione “Report” del Contatore sono pubblicati i dati sulla verifica-certificazione delle richieste presentate al GSE per il riconoscimento dei TEE.

Nei primi sei mesi del 2018 il GSE ha riconosciuto complessivamente oltre 2 milioni di TEE, terminando positivamente 1437 istruttorie tecniche, tra progetti a consuntivo, proposte di progetto-programma di misura e richieste di verifica-certificazione dei risparmi (RVC). Per il meccanismo d´incentivazione della cogenerazione ad alto rendimento nei primi cinque mesi il GSE ha inviato al Gestore dei Mercati Energetici (GME) 764.106 TEE.



Versione stampabileVersione stampabile