Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Sicurezza idraulica del fiume Enza

Iniziati i lavori di manutenzione straordinaria tra Sorbolo (PR) e Brescello (RE)

(28/08/18) 

Esondazione fiume Enza, 2017Sono iniziati i lavori di manutenzione straordinaria lungo l’alveo dell’Enza nel tratto tra i ponti di Sorbolo e di Coenzo, nel territorio dei comuni di Sorbolo (Pr) e Brescello (Re).

L’intervento interessa la vegetazione ripariale, ovvero quella che si sviluppa in prossimità del fiume, ed è a cura dell’Agenzia Interregionale per il Po (Aipo), con l’obiettivo di migliorare le condizioni di deflusso delle acque e di sicurezza idraulica.

In particolare, i lavori prevedono di eliminare il materiale vegetale depositato dalla corrente del fiume, rimuovere le piante pericolanti e secche, oltre al taglio selettivo della vegetazione, in particolare nella parte interna delle anse del fiume, dove il flusso della corrente risulta meno accentuato.

L’importo dell’intervento è di 350mila euro e la durata dei lavori è stimata in circa 70 giorni.

“Assolviamo in questo modo a un impegno che la Regione si era assunta all’indomani dell’alluvione del 12 dicembre dell’anno scorso che causò l’allagamento di Lentigione di Brescello e dintorni- spiega l´assessore regionale all´Ambiente Paola Gazzolo-. E di questo va ringraziata Aipo per la prontezza dell’intervento. Si tratta di un primo stralcio di un intervento complessivodi un milione e mezzo di euro che interesserà l’intero tratto di competenza Aipo, compreso tra il ponte di San Polo d’Enza e la confluenza con il Po, rivolto non solo alla gestione della vegetazione ripariale ma alla gestione dei sedimenti per garantire le migliori condizioni di sicurezza. Tra l’altro i lavori- aggiunge l’assessore- anticipano i principi delle linee guida regionali per la gestione della vegetazione ripariale che a breve saranno adottate dalla Regione al fine di ottemperare non solo alla sicurezza ma al rispetto dell’ambiente e del paesaggio”.

Il completamento dell’intervento complessivo avverrà per stralci successivi, secondo una programmazione elaborata da Aipo.

Fonte Regione Emilia-Romagna



Versione stampabileVersione stampabile