Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Idro-Meteo-Clima /

CLARA - Gli impatti dei cambiamenti climatici e i servizi di innovazione

Giornata di presentazione dei servizi climatici agli stakeholder locali

(14/09/18) 

Si è svolto ieri 13 settembre 2018 presso il Dipartimento di fisica dell´Università di Bologna un incontro tra gli sviluppatori del progetto europeo Clara e diversi stakeholder italiani coinvolti nello sviluppo dei servizi climatici o ad essi interessati.

In particolare sono stati presentati i primi risultati relativi all´applicazione sul Consorzio della bonifica Burana, Modena, del sistema Wri (Water resources for irrigation), sviluppato da Arpae Servizio IdroMeteoClima, che fornisce previsioni stagionali e settimanali del fabbisogno irriguo delle colture su interfaccia geografica Esri Italia, messa a punto nel corso del progetto europeo Moses. Il Consorzio ha presentato una serie di confronti interessanti e incoraggianti tra le previsioni fornite dal sistema Wri e i prelievi idrici rilevati in diversi sottosettori irrigui. La sperimentazione proseguirà anche l´anno prossimo.

Nella mattinata sono stati anche presentati gli avanzamenti e le interfacce utente di altri servizi in corso di sviluppo, in particolare Irriclime e SmartHydro, proposti dall´azienda cesenate Gecosistema, e Clime, a cura del Cmcc (Centro Euromediterraneo dei cambiamenti climatici).

Lucio Botarelli di Arpae, responsabile dell´Area agrometeorologia territorio e clima, ha inoltre presentato le caratteristiche principali di Cambia il Clima - Strategia unitaria di mitigazione e adattamento per i cambiamenti climatici, che verrà completato e reso operante nei prossimi mesi a cura delle Regione Emilia-Romagna (anch´essa partner nel progetto Clara), mentre Giulia Villani di UniBo ha fornito elementi informativi sul nuovo progetto euro-brasiliano Swamp, anch´eso incentrato sull´innovazione in campo irriguo.

Il progetto Horizon 2020 Clara è coordinato dal Cmcc e vede la partecipazione di dieci partner da 5 paesi europei per lo sviluppo di 14 diversi servizi climatici. Per informazioni ulteriori rivolgersi a Vittorio Marletto.




Versione stampabileVersione stampabile