Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Idro-Meteo-Clima /

Disponibile il bollettino agroclimatico di giugno

Giugno 2017: tra i più caldi dopo il 2003, sui rilievi della Romagna piogge del mese tra più basse degli ultimi 50-60 anni.

(11/07/17) 

Il bollettino agroclimatico mensile, redatto dall’area Agrometeorologia Territorio e Clima, contiene informazioni importanti sulla climatologia e sulla disponibilità della risorsa idrica per il mese di riferimento.

Nel bollettino sono disponibili numerose mappe: temperature minime e massime ed eventuali anomalie; precipitazioni cumulate e confronto con il clima del periodo 1991-2010; evapotraspirazione potenziale (ETP); bilancio idroclimatico (BIC); acqua disponibile in pianura; sommatorie termiche; modelli fenologici e rilevazioni fenologiche di orzo, frumento tenero e frumento duro.

Si stenta quasi a credere ma “scavando” nei dati meteo negli anni dal ‘61 al ‘90 si scopre che in pianura la media delle temperature massime del mese era intorno ai 27 °C, valori per i quali ora si parlerebbe di un mese decisamente fresco. Col “nuovo clima”, che comprende gli ultimi 25 anni, la media delle massime del mese è salita a circa 29 °C, e la tendenza sembra proseguire. Quest’anno, nel mese, le massime hanno superato mediamente i 30-31 °C. Dal 1961 solo in una occasione il mese ha avuto massime nettamente più elevate, il riferimento è naturalmente alla storica estate 2003 quando, nello stesso mese, si calcolarono, in vaste aree di pianura, medie delle massime oltre i 33 ° C; valori confrontabili a quelli attuali si sono registrarti solo nel 2012 e nel 2002. Giugno 2017 ha avuto due fasi particolarmente calde; la prima dal 11 al 17 e la seconda dal 20 al 24; in quest’ultimo periodo si è verificata la più intensa, anche se breve, ondata di caldo con valori massimi sempre tra 33 e 36 °C e punte sino a 38 °C. I temporali di metà e fine mese localmente violenti con danni per grandine e vento (vedi report idrometeorologici nella sezione Osservazioni e dati del sito www.arpae.it/sim/), hanno nel complesso portato piogge di oltre il 30 % inferiori dalle medie degli ultimi 25 anni con i deficit più elevati in aree del settore centro-orientale, particolarmente sui rilievi della Romagna, dove si stima che nel mese sia piovuto meno di un quarto (in alcune aree meno di un decimo) delle piogge attese dal clima. Piogge inferiori al 75 % delle attese si stimano anche in gran parte del riminese e in aree di collina e pedecollina del bolognese in confine con la provincia di Modena.

Altri dettagli nel Bollettino agroclimatico di giugno 2017

Vai a Bollettini agroclimatici mensili



Versione stampabileVersione stampabile