Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / generale / Ricerca guidata / Documenti /

Documenti

Copertina Arparivista n.6 - 2009

ArpaRivista 6/2009

Nell´ultimo numero di ArpaRivista, che dal 2010 diventa Ecoscienza, un ampio servizio sui contaminanti ambientali emergenti, un inserto sui rifiuti speciali e il sistema di tracciabilità, il riepilogo meteo annuale del 2008.

Da ArpaRivista ad Ecoscienza è l´articolo di apertura che racconta i 12 anni di ArpaRivista, intrecciati allo sviluppo dell´Agenzia, e le scelte che ne hanno modificato i contenuti fino al nuovo progetto, appena concluso, per un rinnovamento complessivo: dal 2010 la rivista di Arpa Emilia-Romagna si chiamerà Ecoscienza e avrà un nuovo formato, un nuovo stile grafico, una sempre maggiore ricchezza di contenuti per continuare a contribuire alla divulgazione di compentenze tecnico-scientifiche, di buone pratiche ambientali e della coscienza della responsabilità e della sostenibilità.

In questi ultimi anni si sta facendo strada la consapevolezza che il quadro di valutazione dell´inquinamento ambientale e delle sue ricadute sulla salute degli organismi sia molto più complesso di quanto le conoscenze ci abbiano, finora, consentito di capire. Nuove sostanze destano sempre maggiore preoccupazione per i possibili effetti sanitari e ambientali.
Al tema dei nuovi contaminanti ambientali è dedicato un ampio servizio nella prospettiva di sviluppo di nuovi modelli d´interpretazione del rischio che tengano conto della molteplicità delle esposizioni. Le pagine dedicate a questo argomento spaziano dalla presenza di queste sostanze in acqua e in aria, all´uso di bivalvi "sentinella" nei test eco-tossicologici, agli effetti delle nanoparticelle sull´organismo.

Il clima è protagonista dei due servizi Dopo Copenhagen e Il meteo e il clima. Il primo servizio trae spunto dai risultati dalla quindicesima Conferenza delle Parti sui cambiamenti climatici (COP15), tenutasi a Copenhagen nel dicembre 2009; hanno partecipato negoziatori provenienti da più di 190 Paesi, nel tentativo di raggiungere un accordo mondiale per combattere il riscaldamento globale; tra posizioni contrastanti un "mini-accordo" è stato sottoscritto, il "dopo" richiede nuovi impegni più incisivi. In "Il meteo e il clima" dai modelli di larga-scala per le previsioni di cambiamento climatico si passa alle condizioni meteo nell´anno corrente. L´inverno 2009-2010 è stato uno dei più freddi degli ultimi 20 anni. Le precipitazioni sono state abbondanti e hanno contribuito all´innalzamento dei livelli idrologici. Questo aspetto è comunque coerente con le tendenze del cambiamento climatico suggerite dai modelli di larga-scala, che indicano un intensificarsi delle anomalie climatiche locali.

L´esigenza di tenere sotto controllo l´intero percorso seguito dai rifiuti è resa sempre più impellente dall´allargamento dell´Unione europea e dalla diffusa illegalità nelle diverse fasi di smaltimento e di trasporto. L´attivazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti denominato SISTRI è una risposta importante per il superamento delle criticità. A questi temi sono dedicati alcuni articoli nella rivista e l´inserto Rifiuti speciali e tracciabilità pubblicato in occasione del convegno La gestione integrata del ciclo dei rifiuti tra realtà industriale ed ecomafia promosso dalla Commissione parlamentare d´inchiesta sul ciclo dei rifiuti, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, svoltosi a Bologna lo scorso 29 aprile.

Tra gli altri argomenti: green economy e Acquisti verdi, allergie da pollini ed esposizione a inquinanti atmosferici.
Con questo numero è disponibile, solo on line, il Riepilogo meteorologico 2008.

Vai a Rifiuti speciali e tracciabilità

Vai a Riepilogo meteo 2008

Chiuso in redazione il 23/3/2010

 

Prima Pagina

Da ArpaRivista a Ecoscienza
Giancarlo Naldi, Stefano Tibaldi

Dopo Copenhagen

Il meteo e il clima

2009-2010, un inverno anomalo che non fa tendenza
Valentina Pavan, Rodica Tomozeiu, Andrea Selvini, Paolo Mezzasalma, Sandro Nanni, Carlo Cacciamani

Le politiche per la sicurezza territoriale della Regione Emilia-Romagna
Marioluigi Bruschini

I nuovi studi su mareggiate e fenomeni erosivi
Andrea Valentini, Marco Deserti, Paola Ciavola, Clara Armaroli, Marinella Masina, Luis Perini, Lorenzo Calabrese.

Quando il pesce muore dal freddo, il caso delle alacce nel gennaio 2010
Attilio Rinaldi

Rifiuti

Qualità ambientale

Nuovi contaminanti ambientali

Pollini

Rubriche

Legislazione news

Libri