Ti trovi in : Arpae /

copertina ecoscienza 4/2011

Ecoscienza 4/2011

In questo numero

Consumo di suolo in Italia, un´inarrestabile bulimia. Cambiare si deve e si può
Cento ettari al giorno di nuovo suolo occupato, l’equivalente di 200 campi di calcio ogni giorno si aggiunge al resto del territorio, a diverso titolo, urbanizzato: residenze, imprese, centri commerciali e direzionali, infrastrutture. Una sorta di bulimia che divora il nostro territorio al punto di comprometterne l’integrità e la funzionalità, come ci capita di apprendere spesso con i numeri delle vite perse e dei danni economici.
Altri fattori pesano e peseranno ancor più sulle future generazioni. Alcuni sono richiamati da Ermanno Olmi - nel dialogo con Francesco Bertolini, in apertura di questo numero di Ecoscienza - quando collega la perdita di valori fondamentali al distacco dalla terra e dal lavoro artigianale. Il proliferare dei grandi centri commerciali, il mutamento degli stili di vita, la perdita di terreno alla funzione primaria di produrre cibo sono altre facce dello stesso problema.
Ci sono poi fattori molto più tecnici e subdoli, sconosciuti ai più. Si tratta del meccanismo degli oneri di urbanizzazione, che oggi possono essere utilizzati dai Comuni per la copertura della spesa corrente.
Gli stessi strumenti di pianificazione territoriale, laddove adottati e utilizzati, sono riusciti ad assicurare una migliore qualità dell’inurbamento, ma non a contenere la cementificazione. Oggi c’è una maggiore consapevolezza, ci sono strumenti e conoscenze utili a invertire la tendenza ed è tempo di agire.
Il servizio pubblicato tocca tutti questi aspetti, con alcuni contributi specifici e buone pratiche che riguardano anche l’Emilia-Romagna.

Parchi e aree protette in Italia: strategie per l´ecosistema e l´economia locale
Oggi sono 871 le aree protette in Italia e coprono oltre il 10% del territorio. Il 21% della superficie, inoltre, rientra nella rete Natura 2000 e in base alle direttive dell’Unione europea sono aree prioritarie per la conservazione della biodiversità. Le proposte di modifiche alla normativa, i tagli ai fondi e la mancanza di una strategia generale potrebbero indebolire il sistema, compromettendo il ruolo che parchi e aree protette svolgono per la salvaguardia dell’ambiente e per le economie locali.
A questi temi Ecoscienza dedica un ampio servizio, a partire dall’analisi e dalle riflessioni di Luigi Boitani e Guido Tampieri.

Rinviato, cancellato, ripristinato: prosegue tra colpi di scena e malumori delle imprese il travagliato percorso verso l’attivazione del Sistri, sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali. Per essere un’operazione credibile, devono essere chiariti gli obiettivi e spazzate via le ombre di illegalità nella procedura di realizzazione. L’intervento di Alessandro Bratti, membro della Commissione parlamentare sui rifiuti.

Sempre sul tema dei rifiuti, in particolare sulla valutazione del rischio per l’ammissione dei rifiuti in discarica, in questo numero l’esperienza di Arpa Emilia-Romagna nella scelta di approcci e modelli da utilizzare.

Tra gli altri contributi l´uso dei platinoidi e i rischi per la salute, uno studio sulla riproduzione delle anguille nel ferrarese, il lavoro di Arpa Emilia-Romagna a Motegi in occasione della gara di motociclismo in Giappone, i saluti a Sandro Fabbri e Attilio Rinaldi - rispettivamente direttore della Sezione Arpa di Piacenza e della Struttura oceanografica Daphne - che hanno recentemente lasciato l’Agenzia.


Altre notizie di attualità nelle rubriche Legislazione news, Libri ed Eventi (menu a sinistra)
Si segnala il report finale del progetto europeo Natreg per la conservazione della biodiversità e lo sviluppo dell’economia nel delta del Po al quale ha partecipato anche Arpa Emilia-Romagna.

Visualizza l´intero numero sfogliabile     |     Scarica l´intero numero (pdf)

Numeri precedenti


"La nazione che distrugge il suo suolo distrugge se stessa." Franklin Delano Roosvelt

ISSN 2039-0432

Editoriale

Consumo del suolo

Parchi e aree protette

Attualità

Telerilevamento e stima della domanda irrigua
A. Spisni, W. Pratizzoli, G. Villani, V. Marletto

Georadar e monitoraggio dei rilevati arginali
M. Di Prinzio, A. Castellarin, M. Bittelli, P. Rossi Pisa

Platinoidi, da elementi rari a rischio per la salute?
Annamaria Colacci

Il Sistri senza certezze
Alessandro Bratti

Discariche e valutazione del rischio

La valutazione del rischio per le discariche di rifiuti
Manuela Aloisi, Roberto Riberti, Giovanna Biagi

Attualità

Il controllo in continuo di azoto e fosforo nelle acque
Giorgio Cavallini, Franco Scarponi, Armando Bedendo

Nuova luce sulla città
Ilaria Bergamaschini

Uno studio sulla riproduzione delle anguille
Fernando Gelli, Federica Savorelli, Karin Holthaus

MotoGp in Giappone, Arpa misura la radioattività
Roberto Sogni, Laura Gaidolfi, Annibale Gazzola

In pensione il signore del mare, ma l’impegno di Attilio Rinaldi continua
Giancarlo Naldi

Da Caorso a Fukushima, l’impegno di Sandro Fabbri
Giancarlo Naldi

Educazione alla sostenibilità, un nuovo inizio
Paolo Tamburini, Giuliana Venturi

Rubriche

Legislazione news

Libri

Eventi

Allineamento Verticale