Ti trovi in : Arpae /

copertina ecoscienza 5/2014

Ecoscienza 5/2014

In questo numero

Azzerare lo spreco di cibo. Nasce Pinpas, il piano nazionale per combattere lo spreco alimentare. Ridurre lo spreco alimentare è prima di tutto una questione sociale e politica a livello globale che attiene il diritto di accesso al cibo e la sicurezza alimentare di interi popoli. Ridurre i rifiuti alimentari e gli sprechi rientra nelle strategie e nelle politiche avviate fin dal 2005 dall’Unione europea in materia di riduzione dei rifiuti, attraverso la prevenzione e il riciclaggio. Agire sui rifiuti alimentari e gli sprechi presenta specificità rilevanti che derivano dalla natura dei prodotti, dall’accentuata biodegradabilità e dalla complessità della filiera agroalimentare. Per questo si è giunti alla determinazione di approvare un piano nazionale specifico per il contrasto allo spreco alimentare (Pinpas) finalizzato a ridurre gli impatti ambientali della filiera, contribuire al sostentamento delle fasce più deboli, alla prevenzione e alla riduzione dei rifiuti. 

Acquisti verdi, dal GPP ai criteri sociali negli appalti pubblici. L’introduzione del Green Public Procurement (GPP) tra le politiche europee per la produzione e il consumo sostenibile risale al 2008. L’ Italia ha il Piano d’azione nazionale (PAN GPP) dal 2008 e ha definito i CAM (criteri ambientali minimi) per diversi servizi e prodotti acquistati dagli enti pubblici. Nel 2010 è iniziato il percorso internazionale per l’integrazione di criteri sociali negli appalti pubblici.

L’adattamento per la città resiliente. Progetto BlueAp, Bologna e il cambiamento climatico. L’adattamento ai cambiamenti climatici è una necessità improrogabile. I costi economici e sociali del “non fare” e della riparazione dei danni sono già molto più elevati di quelli legati alla prevenzione e sono destinati ad aumentare. Il Comune di Bologna, con il progetto Life+ BlueAp e nell’ambito dell’iniziativa Mayor Adapt ha avviato il percorso per costruire una città resiliente, capace cioè di proteggere i propri cittadini, il territorio e le infrastrutture dai rischi legati al cambiamento climatico. 

Tra gli altri argomenti trattati l´intervento di Stefano Tibaldi, direttore generale di ArpaER, sulla necessità di una riflessione in relazione a modelli meteo, previsioni e allerte, dopo le recenti alluvioni nel nostro paese come conseguenza degli eventi meteo estremi di metà ottobre.

Altre novità nelle rubriche Legislazione news, Libri, Eventi.

Vai a Ecoscienza 5/2014, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 5/2014 (pdf, lik attivi)

Vai agli altri numeri di Ecoscienza 

ISSN 2039-0432

"Troppo spesso il cibo viene prodotto non per essere mangiato, bensì venduto; bisogna tornare ad avere un giusto rapporto con il cibo.” 
Carlo Petrini

Spreco alimentare

Azzerare lo spreco di cibo
Redazione Ecoscienza

Strategie e norme per prevenire spreco alimentare e rifiuti
Andrea Segrè

L’Europa verso politiche per combattere lo spreco
Paolo Azzurro, Claudia Giordano

Da “Un anno contro lo spreco” a “Sprecozero”
Daniela Volpe, Silvia Marra, Matteo Guidi

Sprechi alimentari e spreco energetico
Matteo Vittuari, Fabio De Menna

L´impronta globale e la sicurezza alimentare
Nadia El-Hage Scialabba

Save food, le iniziative globali contro lo spreco
Camelia Bucatariu

Il ruolo importante degli enti locali
Stefano Mazzetti

Una migliore efficienza della filiera agricola
Giovanni Cannata

La prevenzione nell’industria alimentare
Massimiliano Boccardelli

La gestione delle rimanenze nella grande distribuzione
Giovanni Cobolli Gigli

Ancora troppi scarti nelle mense scolastiche
Stefania Vezzosi, Guglielmo Bonaccorsi, Paola Picciolli, Francesca Santomauro

Waste watcher, la sentinella degli sprechi
Luca Falasconi

Gli aspetti igienico-sanitari nella donazione di cibo
Emilia Guberti

Innovare il packaging per prevenire gli sprechi
Barbara Bonori, Eliana Farotto

Il modello Last Minute Market
Silvia Marra

Il recupero del cibo a fini solidaristici in Emilia-Romagna
Alessandra Perli

Siticibo: programma sostenibile e partecipato di recupero alimentare
Marco Lucchini, Giuliana Malaguti

+cibo -spreco: il contributo possibile di una multiutility
Claudia Favero

Per una spesa più sostenibile e responsabile
Stefano Masini

Progetto Ecocloud per un’agricoltura virtuosa
Luigi Tozzi

Meno egoismi e più agricoltura
Dino Scanavino

From food to feed: l´utilizzo dei sottoprodotti dell´industria alimentare
Lea Pallaroni

La prevenzione nella ristorazione ospedaliera
Michele Palma

CiboAmico: le mense Hera da cinque anni in lotta contro lo spreco
Filippo Bocchi

La prevenzione come azione concreta di responsabilità sociale d’impresa
Federica Coppo

Innovazione tecnologica e riduzione degli sprechi alimentari domestici
Giorgio Sabatini

Coop, la solidarietà tra impegno e vincoli
Francesco Russo

Green public procurement

Blue Ap

Rubriche

Libri

Eventi

Legislazione news

Allineamento Verticale