Informazioni sanitarie e ambientali

Non vi sono ormai più dubbi sul fatto che l'inquinamento atmosferico rappresenti un rischio per la salute umana. Negli ultimi decenni infatti numerosi studi epidemiologici hanno evidenziato un'associazione tra i livelli degli inquinanti atmosferici tipicamente presenti nelle nostre città e uno spettro molto ampio di effetti negativi sulla salute.

Occorre tuttavia chiarire che per molte delle sostanze nocive facenti parte della complessa miscela che costituisce l'inquinamento atmosferico, gli effetti delle singole componenti non sono del tutto noti.

Gli inquinanti per i quali sono state trovate le prove più convincenti di associazione con gli effetti sanitari sono quelli per i quali le normative sulla qualità dell’aria prevedono un monitoraggio in continuo e cioè le particelle in sospensione, gli ossidi di azoto (NOx), l’anidride solforosa (SO2), il monossido di carbonio (CO), l’ozono, il benzene e gli IPA. Tuttavia, nell'insieme degli studi, le particelle in sospensione (e soprattutto le frazioni di più piccole dimensioni come il PM10 e il PM2,5) sono l'indicatore di qualità dell'aria più consistentemente associato con una serie di effetti avversi sulla salute. Il problema di fondo è rappresentato dal fatto che le indagini epidemiologiche considerano quasi sempre i singoli inquinanti come indicatori della qualità dell’aria e includono nei modelli per la stima del rischio solo uno o due inquinanti alla volta. D’altro canto i dati provenienti dalla tossicologia e dagli esperimenti in vivo o in vitro non sono stati sufficienti fino a oggi per assegnare ai singoli inquinanti i rispettivi specifici contributi agli effetti sanitari complessivi dell’inquinamento atmosferico. Anche per il particolato, per il quale, come già detto, esistono le prove di associazione più forti, rimane per larga parte sconosciuto quale delle sue componenti chimiche e delle sue caratteristiche (ad esempio dimensione, forma) siano maggiormente responsabili degli effetti sanitari.

Nonostante tutte le questioni ancora aperte, si può dire che gli effetti sanitari dell’inquinamento sono molto rilevanti e che meritano grande attenzione in termini di sanità pubblica e di prevenzione sanitaria. Tali effetti sono sia a breve che a lungo termine e interessano un insieme molto vasto di patologie.

ultima modifica 2021-08-13T14:31:26+02:00