Testo Grafico

 
Fenice Spa
Sede: Comprensorio Barilla G. e R. Fratelli Spa
Attività: Centrale di cogenerazione turbogas a ciclo combinato
11. Azienda
12. Sede Locale
13. Ortofoto
14. AIA/Certificazioni
15. Attività
16. Produzione/Consumi
17. Emissioni
18. Controllo Rumore
19. Controllo Falda
10. Dati di Monitoraggio
11. Incidenti Segnalati
 

5. Attività

Attività
Denominazione dell'attività   
Codice attività IPPC [n.n(x)]   
Codice attività NOSE-P   
Codice attività NACE   
Codice attività ISTAT   
Superficie totale [m2]   
Superficie totale coperta (tetti) [m2]   
Superficie scoperta impermeabilizzata [m2]   

Ciclo Produttivo

Trattasi di impianto di cogenerazione del tipo combinato con turbina a gas, post-combustione ed in cascata turbina a vapore con condensatore ad acqua.
L’energia termica prodotta sottoforma di acqua surriscaldata è utilizzata dalla Barilla G. e R. Fratelli Spa per la propria produzione.
L’energia elettrica prodotta, al netto degli autoconsumi, è consumata in parte da Barilla G. e R. Fratelli Spa e la restante parte è immessa nella rete gestita dal Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale dell’energia elettrica.

L’impianto, in condizioni di normale esercizio, è costituito da:

  1. impianto di filtrazione e riduzione pressione gas naturale con sistema di preriscaldo a recupero acqua calda surriscaldata;turbina a gas di potenza termica nominale a 15°C di 79 MWt e massima di 85 MWt con rendimento elettrico nominale a 15°C del 36.6%;
  2. alternatore turbina a gas due poli sincrono potenza nominale 40.8 MVA;
  3. caldaia a recupero di potenzialità pari a 40 MWt, dotata di post-combustore della potenza termica di 6 MWt e di sistema SCR (Selective Catalytic Reduction) per l’abbattimento degli ossidi di azoto;
  4. turbina a vapore di potenza meccanica fino a 9.6 MW;
  5. alternatore turbina a vapore quattro poli sincrono potenza nominale 12 MVA.

L’impianto, in caso di funzionamento in Fresh Air, è costituito da:

  • impianto di filtrazione e riduzione pressione gas naturale da rete bassa pressione 1.8 bar di impianto;
  • banco di bruciatori Dry Low NOx della potenza termica pari a 52 MWt.
  • caldaia a recupero di potenzialità pari a 40 MWt dotata di sistema SCR (Selective Catalytic Reduction) per l’abbattimento degli ossidi di azoto.