Ti trovi in : Arpae / Cerca in Ecoscienza / I servizi su Ecoscienza /

I servizi pubblicati su Ecoscienza

Ecoscienza n. 6/2018

Cambia il clima, attenti al meteo
Il clima dopo la Cop24, gli eventi estremi in Italia, l’innovazione dei servizi climatici

Il futuro si chiama green economy
Una transizione per la stabilità, l’occupazione e l’ambiente
L´editoriale del ministro Sergio Costa

L’aria mifgliora ma non basta
Tendenze e prospettive per una qualità più rispettosa della salute

In questo numero parliamo anche di uno studio Lca sull’impatto delle centrali a biomasse e delle potenzialità di sfruttamento forestale in Emilia-Romagna.

Vai a Ecoscienza hp 


Ecoscienza n. 5/2018


L´agricoltura guarda avanti (pdf)
Progetti e azioni per una maggiore sostenibilità

Il monitoraggio di fitofarmaci ed erbicidi
Migliorare il controllo con un approccio integrato

Clima, il rapporto speciale Ipcc
Cambiamenti climatici, non possiamo più aspettare

Vai a Ecoscienza hp 

 

Ecoscienza n. 4/2018

Emergenze, allerte e prevenzione
Dalle previsioni alla comunicazione, l’impegno per cittadini più pronti

Monitoraggio soil gas
Bonifiche, un approccio omogeneo per il soil gas

Vai a Ecoscienza online



Ecoscienza n. 3/2018

Energia in transizione
Verso la decarbonizzazione, tra opportunità e criticità

La gestione sostenibile delle zanzare invasive
I risultati del progetto europeo Life Conops: prima la prevenzione

Economia circolare, un cambiamento epocale ineludibile
Dall’economia lineare a quella circolare, l’Unione europea inverte la rotta

Vai a Ecoscienza online


Ecoscienza n. 2/2018

Biodiversità agricola, una risorsa da salvare
L’impegno per la salvaguardia e la tutela delle coltivazioni antiche

Gestione emergenze, il progetto Life Primes
Variabilità meteorologica, rischio idrogeologico e prevenzione

Industria ceramica 4.0
L’evoluzione del comparto ceramico tra innovazione, sostenibilità e nuove sfide

Progetto Supersito
Qualità dell´aria e salute

Vai a Ecoscienza online



Ecoscienza n. 1/2018

Dove va la meteorologia
Da ItaliaMeteo al Centro meteo europeo, il futuro dei servizi meteo e clima in Italia

Amianto eterno problema
Bonifica e risanamento richiedono ancora grande impegno

Vai a Ecoscienza online

 

Ecoscienza n. 6/2017

Industria 4.0, la nuova rivoluzione industriale
Le implicazioni ambientali e sociali del nuovo paradigma produttivo. Opportunità, innovazione e scenari occupazionali; decisivo sarà l’apprendimento permanente.

Ambiente e salute
Costruire sinergie per l’integrazione dei saperi e per azioni più efficaci. Sono sempre più complesse le emergenze che implicano il coinvolgimento di competenze multidisciplinari e multi-professionali, anche nel campo della comunicazione dei rischi ambientali e sanitari. Il controllo e i contaminanti emergenti.


Ecoscienza n. 5/2017

Le sfide dello sviluppo sostenibile a 30 anni dal rapporto Brundtland (pdf)
A 30 anni dal rapporto Onu “Our common future” possiamo dire che la “sostenibilità” è entrata nel nostro vocabolario, ma non che essa sia stata raggiunta. I risultati raggiunti e le azioni necessarie per evitare che la sostenibilità rimanga solo uno slogan.

Rigenerazione urbana e resilienza, un nuovo paradigma per le città (pdf)
Si apre una fase meno orientata all’espansione dei centri abitati, a favore della rivisitazione del costruito e della progettazione condivisa di nuovi spazi “liberati”.

Le anomalie meteo-climatiche nel 2017 (pdf)
Scarse precipitazioni, siccità persistente nel bacino del Po e caldo eccezionale hanno fatto del 2017 un anno davvero singolare sul piano meteo-climatico, e aumentano le probabilità che possa ripetersi.

 

Ecoscienza n. 4/2017

La bonifica dei siti contaminati (pdf)
Problematiche, opportunità ed esperienze di successo.

Siccità 2016-2017 (pdf)
Il clima cambia e in Italia cresce il rischio idrico

Summer school 2017 AssoArpa (pdf)
A Cagliari dal 27 al 29 settembre 2017 l´iniziativa formativa delle Agenzie ambientali e del Sistema nazionale a rete di protezione ambientale (Snpa). Tra i temi in discussione anche l´applicazione della L 132/2016.

 

Ecoscienza n. 3/2017

Aria e salute (pdf)
Verso nuove frontiere di conoscenza, monitoraggio e partecipazione

Cambiamento climatico, oltre il contrasto l´adattamento (pdf)
Dalla strategia europea al piano nazionale, necessaria più partecipazione

Mare e costa (pdf)
Politiche e azioni per la protezione del sistema costiero in Emilia-Romagna

 

Ecoscienza n. 2/2017 

Ecoscienza n. 2/2017 in italiano e in inglese

L’economia circolare è il nostro futuro (pdf)
Il cambiamento di paradigma per rilanciare l’economia e salvare l’ambiente
Vai al servizio in italiano e in inglese 

Educazione globale, azione locale
Sostenibilità, la struttura che connette

Vai a Ecoscienza 2/2017


Ecoscienza n. 1/2017

Qualità dell´aria e salute (pdf)
L’integrazione fra le discipline scientifiche per conoscere e intervenire. Editoriale di Francesco Forastiere, Dipartimento di Epidemiologia Servizio sanitario Regione Lazio.

Acqua e agricoltura (pdf)
Irrigazione, innovazione e uso sostenibile dell’acqua

Vai a Ecoscienza online

 

Ecoscienza n. 6/2016

Risorse idriche e acque a uso potabile
I piani di sicurezza delle acque per potenziare la prevenzione e il controllo.
Nel servizio anche un approfondimento sul rischio amianto in relazione alle acque potabili (pdf)


Ecoscienza n. 5/2016


Quale energia per il futuro. Scenari e strategie per la transizione.
Le questioni energetiche sono senza dubbio uno dei temi più delicati da affrontare, da molteplici punti di vista: al forte impatto sull’ambiente e sul clima, si legano aspetti economici, questioni tecnologiche, equilibri sociali e innegabili risvolti geopolitici. Nel servizio, oltre a considerazioni sugli scenari di evoluzione del sistema, ampio spazio anche al contesto territoriale, in particolare dell’Emilia-Romagna: il nuovo Piano energetico regionale, la nascita dell’Osservatorio dell’energia, il ruolo dei Comuni, i progetti e le buone pratiche per concretizzare, anche in piccola scala, la transizione verso un’energia più sostenibile.

Francesco Dondi, uomo, scienziato, maestro. In questo numero anche il ricordo di Francesco Dondi a un anno dalla scomparsa.

Mare, Marine strategy e attività delle Agenzie ambientali, ricerca delle biotossine marine, specie aliene in Adriatico

Vai a Ecoscienza online

Ecoscienza n. 4/2016

Come cambia il controllo ambientale. Il nuovo sistema delle Agenzie, l´applicazione della legge “ecoreati”, l´unificazione Forestale-Carabinieri.
L’approvazione definitiva della legge 132/2016 di costituzione del Sistema nazionale di protezione dell’ambiente (Snpa) non è l’unico elemento di novità; la portata della legge 68/2015 sui delitti ambientali richiede uno sforzo applicativo non indifferente. Non mancano le difficoltà, in primo luogo la necessità di rendere pienamente compatibili la natura regionale di ogni singola Agenzia con la nuova realtà di appartenere a un unico sistema nazionale.

Chimica e innovazione. La “chimica circolare”, l’industria chimica è più verde
A 40 anni dall’incidente di Seveso l’industria chimica ha dimostrato di saper cambiare, attraverso il rinnovamento di prodotti e processi. Ma l’eredità pesante della chimica del passato è tangibile in molti siti italiani, alcuni dei quali ancora produttivi. Oggi la parola “chimico” ha ancora in generale un senso negativo e per cambiare questa percezione devono cambiare la chimica, i chimici e il modo di comunicare.

Vai a Ecoscienza online

Ecoscienza n. 3/2016

Rifiuti radioattivi e sicurezza nucleare
In primo piano lo smantellamento degli impianti dismessi da decenni, il ritorno dei rifiuti processati all’estero, lo smaltimento dei rifiuti radioattivi sanitari e industriali, la localizzazione del Deposito unico nazionale e del relativo Parco tecnologico, la nomina dell´ente centrale chiamato a occuparsi di sicurezza nucleare.

Codice degli appalti pubblici
E´ in vigore da aprile 2016 il nuovo Codice dei contratti pubblici, con la pubblicazione
 del Dlgs 50/2016. Rendere più semplici le procedure d´appalto, agevolare l’accesso di tutte le imprese ai contratti della Pa, rafforzare 
il contrasto alla corruzione, promuovere investimenti che tengano conto della qualità e della sostenibilità ambientale tra gli obiettivi del provvedimento.

Etica e collegato ambientale, verso la cittadinanza ecologica
Sintesi dei contributi proposti al seminario “Collegato ambientale, un confronto tra etica e politica” che si è svolto a Milano lo scorso 16 aprile.

Incendi estivi e combustione del suolo nel Mezzano (FE), la gestione dell´emergenza
Tra agosto e settembre 2015 nel Mezzano, area agricola del ferrarese, si sono verificati episodi di autocombustione del suolo torboso. Arpae Emilia-Romagna è intervenuta e, in collaborazione con diversi enti del territorio, è stato possibile attuare controlli costanti e interventi di spegnimento dei focolai.

Vai a Ecoscienza on line

Ecoscienza n. 2/2016

Verso una nuova legge per le aree protette. Il futuro tra tutela del patrimonio naturale e sviluppo sostenibile
In Parlamento è in discussione un disegno di legge per fornire un nuovo quadro che metta in grado i parchi italiani di fronteggriare le nuove sfide dello sviluppo sostenibile e della tutela e valorizzazione di un grande capitale naturale.

Rischio zanzare
La prossima stagione estiva potrebbe essere molto impegnativa a causa dell’inverno mite e di epidemie in corso in paesi con cui ci sono flussi commerciali e turistici consolidati.

Previsione e prevenzione del rischio valanghe. Come cambia il rischio, come cambiano gli strumenti
Il cambiamento climatico in atto, associato a una notevole crescita delle attività sulla neve pone nuove problematiche nell’attività di previsione e prevenzione del rischio valanghe.

Verso una legge contro gli sprechi alimentari


Ecoscienza n. 1/2016

Agricoltura e sostenibilità


Ecoscienza n. 6/2015


Cop21, successo o fallimento?

Droni e ambiente. Nuove frontiere del monitoraggio e del controllo ambientale

Da "collegato ambientale" a legge sulla green economy

Ecoscienza n. 5/2015

Verso un´economia circolare senza rifiuti. Una crescita verde che non si può rinviare

Ecoscienza n. 4/2015

Difendere l’ambiente per salvare l’umanità. Dall’enciclica Laudato si’ un nuovo paradigma
L´enciclica ambientale di papa Francesco, al centro della riflessione c’è l’unione imprescindibile dei temi ecologici, economici e sociali, coniugati nel paradigma dell’ecologia integrale, che considera le problematiche del pianeta e dell’umanità tra loro correlate.

I nuovi reati ambientali. Legge 68/2015, cosa cambia per gli organi di polizia ambientale
La legge sugli ecoreati disegna un nuovo assetto della tutela penale dell’ambiente; i contenuti sostanziali e le dinamiche procedimentali conseguenti all’applicazione della legge richiedono che tutti i soggetti coinvolti (tra cui il sistema delle agenzie ambientali) agiscano con un orientamento comune. Non mancano alcune criticità applicative, per le quali si attendono più precise indicazioni da parte delle autorità competenti.

Valutazioni ambientali. L’evoluzione della normativa e delle procedure, le buone pratiche
VAS, VIA, VINCA, AIA, AUA, VIIAS identificano le principali procedure di valutazione ambientale previste dalla normativa italiana, anche in applicazione di direttive europee. La partecipazione e l’informazione al pubblico, la semplificazione amministrativa e la comunicazione efficace tra enti, imprese e cittadini sono obiettivi prioritari da perseguire in tutte le procedure di valutazione ambientale, e proprio in questa direzione evolve la normativa europea.

Riordino istituzionale in Emilia-Romagna
Con la legge regionale 13/2015, la Regione Emilia-Romagna, prima in Italia, ha ridefinito compiti e funzioni in seguito all’abolizione delle province. Molte le novità in materia di ambiente, energia e protezione civile. Anche per Arpa la riforma porterà una trasformazione: i valori alla base del nuovo assetto sono l’efficientamento dei processi, la garanzia di omogeneità degli interventi e la terzietà.

Cop21, in cerca di accordo per un futuro sostenibile
La ventunesima Conferenza delle parti Unfccc (Parigi, 30 novembre-11 dicembre 2015) dovrà porre le basi per un nuovo accordo globale sul cambiamento climatico, con l’obiettivo di contenere il riscaldamento entro i 2°C. Attese e speranze per un vertice chiamato ad accelerare la transizione verso un mondo a basso tasso di emissioni.


Vai a Ecoscienza on line



Ecoscienza n. 3/2015
L´ITALIA FRAGILE, numero monografico su dissesto idrogeologico e aspetti collegati

Ecoscienza n. 2/2015
In questo numero

DELITTI CONTRO L’AMBIENTE. Nuovi reati nel codice penale italiano  (pdf)
Il lavoro per approdare al disegno di legge "ecoreati" è stato enorme, con la convergenza determinante e anche appassionata di politici, ambientalisti, magistrati, giuristi e forze dell’ordine e del controllo ambientale.

L’ORIGINE DEI NITRATI. Nuovi strumenti di indagine per la definizione delle aree vulnerabili
L’’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) - in collaborazione con le Agenzie ambientali - ha condotto uno studio sperimentale sull’origine e il contenuto dei nitrati nelle acque sotterranee e superficiali del bacino del Po, della pianura Veneta e del Friuli Venezia Giulia. Lo studio mostra che il contributo zootecnico non è mai prevalente nel dare origine alla diffusione dei nitrati nelle acque; quest’evidenza deve dunque essere considerata nell’individuazione delle aree vulnerabili e nella definizione dei piani di azione.

Gli altri argomenti trattati in Ecoscienza 2/2015: verso la misurazione del valore di ArpaER attraverso il primo rapporto integrato di sostenibilità (v. anche qui); gli avvicendamenti al vertice di ArpaER, l’intervista al nuovo presidente di AssoArpa, lo sviluppo degli open data nella pubblica amministrazione; pollini e lotta alla zanzara tigre; le energie rinnovabili per il riscaldamento.

Ecoscienza n. 1/2015
In questo numero

IL CAPITALE NATURALE. Il valore economico dei servizi ecosistemici
Il suolo, l’aria, l’acqua, le innumerevoli specie vegetali e animali, le foreste e le aree protette sono il “capitale naturale” che ci fornisce una moltitudine di servizi ecosistemici tanto indispensabili, quanto a lungo sottovalutati. L’attribuzione di un corretto valore economico ai servizi ecosistemici, attraverso la definizione e l’attuazione di idonei meccanismi e strumenti di compensazione, è un passo funzionale alla gestione e al mantenimento degli ecosistemi che li erogano.  (scarica pdf)

COMBUSTIONE DI LEGNA E QUALITÀ DELL’ARIA. La difficile convivenza di economia ed ecologia
Le stime delle emissioni concordano nell’attribuire un peso rilevante alla combustione di legna in ambito domestico, anche se per il controllo dell’inquinamento occorre agire su aspetti diversi. Diventa molto importante mettere in atto buone pratiche, che comprendono la scelta degli impianti, la corretta installazione, l’adeguata manutenzione, la qualità della materia prima e l’adozione di regole che contribuiscono a bruciare la legna in un modo più efficiente. (scarica pdf)

IMPIANTI A BIOMASSE. Il protocollo di controllo e vigilanza nel bolognese
Nel territorio bolognese sono presenti numerosi impianti a biogas per la produzione di energia. Sia in fase di progettazione che in fase di realizzazione, ciò ha generato conflitti tra le popolazioni coinvolte, i gestori e la pubblica amministrazione, in relazione alle possibili criticità ambientali e igienico-sanitarie. Per superare questa situazione, i Dipartimenti di sanità pubblica delle Ausl della provincia di Bologna e ArpaER Sezione provinciale di Bologna hanno elaborato un protocollo operativo di vigilanza e controllo. (scarica pdf)

Tra gli altri argomenti trattati in Ecoscienza 1/2015: la app di ArpaER per i “meteo dipendenti”, il punto su meteo-clima nel 2014, con inverni miti, estate piovosa e numerosi eventi estremi, cambio al vertice di Arpa Modena: Stefano Forti sostituisce Vittorio Boraldi.


Ecoscienza n. 6/2014


La crisi delle risorse. Materie prime e sostenibilità. L’approvvigionamento di risorse scarse porta con sé questioni geopolitiche e conflitti. Ci sono anche importanti aspetti di sostenibilità ambientale e sociale da considerare. E il panorama delle risorse che presentano caratteristiche di “scarsità” stanno aumentando. Diventa allora essenziale ripensare al nostro modo di produrre e consumare. Questo servizio presenta numerosi contributi sulla disponibilità delle risorse e i connessi risvolti ambientali, economici e sociali.

Mare e sostenibilità. Dalla strategia marina europea agli impegni nazionali. Mari e oceani hanno un ruolo importantissimo per lo sviluppo economico e per l’equilibrio ambientale del pianeta. Promuovere e sviluppare una crescita sostenibile è determinante per migliorare le attività che fondano la propria esistenza sul mare, come il turismo, la pesca, l’acquacoltura, la navigazione, l’estrazione di materie prime e la produzione di energia. L’Unione europea ha posto particolare attenzione al tema. L’Italia sta applicando le direttive europee con il concorso di tutti gli attori coinvolti. La Regione e Arpa Emilia-Romagna sono impegnate anche nel progetto Hazadr per una rete transnazionale capace di affrontare efficacemente le possibili contaminazioni dell’Adriatico in caso di incidenti in mare. Nel servizio anche il punto sul monitoraggio dello stato dell’Adriatico nel 2014, effettuato da ArpaER a supporto della Regione, e sul fenomeno dell´erosione costiera.

Ecoscienza n. 5/2014

Azzerare lo spreco di cibo. Nasce Pinpas, il piano nazionale per combattere lo spreco alimentare
Ridurre lo spreco alimentare è prima di tutto una questione sociale e politica a livello globale che attiene il diritto di accesso al cibo e la sicurezza alimentare di interi popoli. Ridurre i rifiuti e gli sprechi rientra nelle strategie avviate dall’Unione europea. Un servizio sui diversi aspetti che compongono il mosaico del tema.

Acquisti verdi. Dal GPP ai criteri sociali negli appalti pubblici
L’introduzione del Green Public Procurement (GPP) tra le politiche europee per la produzione e il consumo sostenibile risale al 2008; da allora ci sono stati importanti progressi, Una criticità è costituita dal Trattato transatlantico di libero scambio tra Usa e Ue (TTIP) – in corso di definizione – che rischia di azzerare i presupposti del GPP. L’ Italia ha il Piano d’azione nazionale (PAN GPP) dal 2008 e ha definito i CAM (criteri ambientali minimi) per diversi servizi e prodotti acquistati dagli enti pubblici.

L´adattamento per la città resiliente. Progetto BlueAp, Bologna e il cambiamento climatico
L’adattamento ai cambiamenti climatici deve essere messo in atto a livello locale, studiando caso per caso le vulnerabilità, le fragilità, i rischi, gli interventi da attuare e le possibili soluzioni. Il Comune di Bologna, con il progetto Life+ BlueAp e nell’ambito dell’iniziativa Mayor Adapt promossa dalla Commissione europea, ha avviato il percorso per costruire una città resiliente

 

Ecoscienza n. 4/2014

Agricoltura e ambiente. Scienza, politica e istituzioni per la sostenibilità
La nuova Politica agricola comune (Pac) ha stabilito indirizzi di sostenibilità ambientale sui quali occorre il massimo impegno nella fase di applicazione. Vi sono altri importanti problemi sul piano della sostenibilità ambientale e della salute, con interazioni complesse anche dal punto di vista economico.

Professione meteorologo. La certificazione della qualifica professionale e il valore della previsione
La domanda di informazioni e previsioni meteo è enormemente cresciuta. La professione del meteorologo, per la quale servono competenze specifiche e capacità operative acquisite sul campo, è priva di una regolamentazione nazionale. La certificazione del previsore è un’esigenza condivisa dalle strutture meteorologiche pubbliche, che intendono garantire standard di qualità professionale del meteorologo civile anche per il nascente Servizio meteorologico nazionale distribuito.

La valutazione d’impatto sanitario. Metodi, pratiche e sviluppi di policy
L´approfondimento contiene diversi contributi sul tema della valutazione di impatto sulla salute (VIS), una procedura partecipativa non ancora normata in Italia.


Ecoscienza n. 3/2014


Acque potabili, un sistema di controllo integrato all’altezza delle sfide
L’accesso ad acqua potabile salubre e pulita è un diritto fondamentale dell’uomo e uno dei determinanti principali della salute umana. L’Organizzazione mondiale della sanità ha introdotto un nuovo approccio per il controllo delle acque destinate al consumo umano (Water Safety Plans); le sperimentazioni del modello in corso in Italia e in Emilia-Romagna e il controllo dei microinquinanti (microcistine dalle fioriture algali, micobatteri, virus, fitofarmaci e amianto).


Ecoscienza n. 2/2014

Conoscere e migliorare l´aria
La qualità dell’aria è un argomento su cui sta crescendo l’attenzione nel campo ambientale, in particolare per le evidenze dell’impatto sulla salute. Per rispondere agli interrogativi relativi a questi temi, la Regione Emilia-Romagna e Arpa stanno realizzando un importante progetto di ricerca, Supersito. Nel servizio, oltre a una descrizione degli obiettivi e dell’organizzazione del progetto, viene presentata una parte dei primi risultati emersi dalle attività.

Malattie virali da zanzare invasive, un rischio emergente in Europa
Dengue, Chikungunya e malattia da West Nile sono tra le patologie virali trasmesse da zanzare sempre più presenti anche alle nostre latitudini. In Emilia-Romagna, la Regione ha elaborato e attuato specifici piani di lotta e di prevenzione, anche attraverso il rilevamento precoce della circolazione e della stima del rischio sanitario associato.

Sistema nazionale di protezione ambientale, riflessioni dopo la conferenza di Roma
L’evoluzione della proposta di legge di modifica del sistema di controllo ambientale in Italia, i “numeri” del Sistema, il controllo della qualità dell’aria, il rapporto ambiente e salute, il recupero dei rifiuti e la green economy, la comunicazione e la formazione nelle agenzie ambientali.


Ecoscienza n. 1/2014 

XII Conferenza del Sistema nazionale per la protezione dell´ambiente
In occasione della conferenza, un servizio sulla proposta di legge di modifica del profilo del sistema di controllo ambientale, le esperienze delle Agenzie ambientali a vent’anni dall’istituzione e le nuove sfide imposte da un quadro normativo e socio-economico in continuo cambiamento.

Aria: quale qualità?
In occasione del convegno "Aria: quale qualità" (Bologna, 20-21 marzo) un servizio dedicato a inquinamento atmosferico e conseguenze sulla salute e l´ambiente.

Ambiente e salute
In occasione del convegno "Ambiente e salute nelle attività delle Agenzie di Protezione ambientale: esperienze, nuove sfide e proposte operative" (Brindisi, 31 marzo - 1 aprile 2014) un servizio dedicato al rapporto tra ambiente e salute.

Cambiamenti climatici e risorse idriche. Il progetto europeo CC-WARE
Nuovi indicatori di vulnerabilità qualitativa e quantitativa della risorsa idrica in relazione ai cambiamenti climatici e alle trasformazioni socio-economiche.

Vai a Ecoscienza on line





Versione stampabile Versione stampabile
Allineamento Verticale
Allineamento Verticale