Liberiamo L'ARIA

Liberiamo l'aria - Homepage

Siti di stagione

  •  

Liberiamo L'ARIA

Sabato, 29 Aprile 2017
Rss

Ti trovi in : Liberiamo l´Aria /

Notizia

Provvedimento emergenziali Comune per Comune

Misure straordinarie per le elevate concentrazioni di inquinamento atmosferico.

(03.02.2017) 



A causa delle eccessive concentrazioni di inquinamento atmosferico, domenica 5 febbraio a Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena scatta il blocco totale del traffico dalle ore 8.30 alle ore 18.30. Sarà vietata la circolazione di tutti i veicoli a motore, con la sola eccezione dei mezzi elettrici. Rimarranno quindi fermi tutti i mezzi a benzina, gpl, metano e i mezzi ibridi, appartenenti a qualsiasi categoria di omologazione. Tali veicoli potranno tuttavia circolare nel caso trasportino una persona disabile e nel caso vi siano a bordo almeno 3 persone. 

A Piacenza il blocco non interesserà le zone Besurica, Le Mose e Montale, in quanto non sufficientemente servite dal trasporto pubblico locale.

A Modena restrizioni maggiori anche sabato 4 febbraio: l’ordinanza blocca già anche gli Euro 2 benzina, gli Euro 4 diesel, i motocicli e i ciclomotori Euro1. Durante il blocco totale di domenica si potrà viaggiare sui mezzi Seta per tutto il giorno acquistando e vidimando un solo biglietto (acquistabile anche a bordo).

 

I Comuni hanno previsto poi ulteriori misure emergenziali:

A Piacenza, da domenica 5 a martedì 7 febbraio, scatterà anche l’obbligo di ridurre le temperature di almeno un grado negli ambienti riscaldati (non oltre i 19°C in case, uffici, attività commerciali e luoghi ricreativi, non più di 17°C nelle sedi industriali e di artigianato), con l’eccezione di ospedali e case di cura, scuole e luoghi che ospitano attività sportive. Contestualmente, è vietato l’utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato e altri tipi), in sistemi di combustione del tipo a camino aperto se è presente anche altro tipo di riscaldamento. Resta in vigore l’obbligo di spegnimento del motore per i mezzi in sosta. 

A Reggio Emilia, da lunedì 6 a domenica 12 febbraio, in vigore altre restrizioni alla circolazione: dalle 8.30 alle 18.30, nell´area urbana della città, sarà vietata la circolazione alle auto a benzina fino all´euro 2 e quelle a diesel fino all´euro 4. Saranno ferme anche le auto a gpl e metano antecedenti all´euro 1 e ciclomotori fino all´euro 1, oltre alle altre disposizioni e limiti previsti dal Piano regionale sulla qualità dell´aria. 
Tali disposizioni saranno vigenti fino a una riduzione della concentrazione degli inquinanti.

A Modena sabato 4 febbraio le limitazioni alla circolazione riguarderanno anche gli Euro 2 benzina, gli Euro 4 diesel, i motocicli e i ciclomotori Euro1 (che si aggiungono quindi agli Euro 0 ed Euro 1 benzina; i veicoli diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3, anche se dotati di filtro antiparticolato; i veicoli alimentati gpl/benzina e gas metano/benzina Euro 0 ed Euro1; i ciclomotori e ai motocicli pre Euro). Da sabato 4 a martedì 7 febbraio,  obbligo di abbassare la temperatura degli ambienti di vita riscaldati a 19 gradi nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto e nelle attività commerciali e sportive; a 17 gradi nei luoghi che ospitano attività industriali e artigianali; obbligo di riduzione di due ore della durata massima giornaliera di attivazione degli impianti di riscaldamento in tutti gli edifici pubblici e privati (ad esclusione di ospedali e case di cura). Divieto inoltre di l’utilizzo del riscaldamento a biomasse (come legna, pellet e cippato), dove disponibile un’altra forma di riscaldamento, e viene confermato il divieto per le operazioni di bruciatura di sterpaglie, residui di potatura, simili e scarti vegetali di origine agricola.

A Sassuolo un´ordinanza prevede fino al 15 aprile 2017 la limitazione al riscaldamento fino ad un massimo di 19 gradi per case, uffici, luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali e fino ad un massimo di 17 gradi luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali (sono esclusi dalle limitazioni ospedali, case di cura, scuola e luoghi che ospitano attività sportive).

A Carpi, che aveva già previsto maggiori restrizioni alla circolazione rispetto alla situazione ordinaria (applicate in tutti i giorni della settimana, festivi compresi),  sono vietate le operazioni di bruciatura all’aperto dei materiali vegetali di origine agricola e sono stati potenziati i controlli sui veicoli circolanti. Le limitazioni della circolazione previste dall’ordinanza comunale del 27 settembre scorso inoltre si applicano ora in tutti i giorni della settimana, festivi compresi. 

A Rimini, oltre alla domenica ecologica, da sabato 4 febbraio 2017 a martedì 7 febbraio 2017 (giorno di controllo), obbligo di riduzione della temperatura di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (ad esclusione degli ospedali, case di cura, scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive); divieto, nelle unità immobiliari dotate di sistemi di riscaldamento multi-combustibile, di utilizzo di biomasse (legna, pellet, cippato, ecc.) in sistemi di combustione del tipo a camino aperto.


CONSIDERATA LA RAPIDA EVOLUZIONE DEI PROVVEDIMENTI, SI CONSIGLIA DI VERIFICARE DIRETTAMENTE LE ORDINANZE SUI SITI DEI SINGOLI COMUNI.

 

Piacenza:

La notizia (con limitazioni e deroghe) sul sito del Comune di Piacenza

L´ordinanza del Comune di Piacenza, l´area interessata dalle limitazioni e le vie percorribili

Parma:

La notizia (con limitazioni e deroghe) sul sito del Comune di Parma

Reggio Emilia:

La notizia (con limitazioni e deroghe) sul sito del Comune di Reggio Emilia

L´ordinanza del Comune di Reggio Emilia sul traffico

L´ordinanza del Comune di Reggio Emilia sull´obbligo di chiusura delle porte dei negozi

Modena:

La notizia (con limitazioni e deroghe) sul sito del Comune di Modena

L´ordinanza del Comune di Modena

Sassuolo:

La notizia sul sito del Comune di Sassuolo

L´ordinanza del Comune di Sassuolo

Carpi:

La notizia sul sito del Comune di Carpi


Rimini 

L´ordinanza del Comune di Rimini





Comuni:



Versione stampabile Versione stampabile
ARPA ERMES