AMMONIACA (ANIDRA) ICSC: 0414
Ottobre 2013
CAS # 7664-41-7 NH3
RTECS # BO0875000 Massa molecolare: 17.0
UN # 1005
EC # 007-001-00-5
EINECS # 231-635-3
TIPO DI RISCHIO / ESPOSIZIONE RISCHI ACUTI / SINTOMI PREVENZIONE PRIMO SOCCORSO / MEZZI ESTINGUENTI
INCENDIO Infiammabile. La bombola può esplodere a causa del calore o della fiamma.
Evitare fiamme libere, scintille e non fumare.
In caso di incendio nell'ambiente circostante: utilizzare appropriati mezzi estinguenti.
ESPLOSIONE Miscele gas/aria sono esplosive.
Sistema chiuso, ventilazione e apparecchiatura elettrica e di illuminazione a prova di esplosione..
In caso di incendio: mantenere fredda la bombola, irrorando con acqua.
ESPOSIZIONE
EVITARE OGNI CONTATTO!
IN OGNI CASO CONSULTARE UN MEDICO!
Inalazione Sensazione di bruciore. Tosse. Difficoltà respiratoria. Respiro affannoso. Mal di gola.
Utilizzare ventilazione, aspirazione localizzata, o protezione delle vie respiratorie.
Aria fresca, riposo. Posizione semi eretta. Può essere necessaria la somministarzione di ossigeno. Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico.
Cute Arrossamento. Dolore. Vesciche. Ustioni della cute. AL CONTATTO CON IL LIQUIDO: CONGELAMENTO.
Guanti isolanti dal freddo. Vestiario protettivo.
Sciacquare la cute con abbondante acqua o con una doccia per almeno 15 minuti. IN CASO DI CONGELAMENTO: sciacquare con abbondante acqua, NON rimuovere i vestiti. Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico .
Occhi Arrossamento. Dolore. Gravi ustioni. AL CONTATTO CON IL LIQUIDO: CONGELAMENTO.
Indossare visiera, o protezione oculare abbinata a protezione delle vie respiratorie.
Sciacquare con abbondante acqua (rimuovere le lenti a contatto se è possibile). Sottoporre immediatamente all'attenzione del medico.
Ingestione


RIMOZIONE DI UN VERSAMENTO IMBALLAGGIO E ETICHETTATURA
Evacuare l'area pericolosa! Consultare un esperto! Protezione personale: tuta di protezione da composti chimici impermeabile al gas munita di autorespiratore. Ventilazione. Bloccare la bombola se possibile. Isolare la zona finchè il gas è disperso. Rimuovere i gas con acqua nebulizzata. Mai usareil getto d'acqua sul liquido.
Classificazione EU
Simboli: T, N
R: 10-23-34-50
S: (1/2-)9-16-26-36/37/39-45-61
Classificazione UN
UN classe di rischio: 2.3
UN Rischi supplementari: 8
Classificazione GHS
Pericolo
Gas infiammabile
Contiene gas sotto pressione; può esplodere se riscaldato
Tossico se si inala
Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari
Molto tossico per gli organismi acquatici
RISPOSTA DI EMERGENZA IMMAGAZZINAMENTO
Codice NFPA: H3; F1; R0;
A prova di fuoco. Separato da ossidanti, acidi, alogeni. Freddo. Conservare in un locale ben ventilato.
IPCS
International
Programme on
Chemical Safety
Preparata nel contesto della cooperazione tra l'International Programme| on Chemical Safety & la Commissione della Comunità Europea (c) IPCS, CEC 1999

GUARDA LE INFORMAZIONI IMPORTANTI NEL RETRO
AMMONIACA (ANIDRA) ICSC: 0414
DATI IMPORTANTI
STATO FISICO: ASPETTO:
GAS INCOLORE O GAS COMPRESSO LIQUEFATTO , CON ODORE PUNGENTE.

PERICOLI FISICI:
Il gas è più leggero dell'aria.

PERICOLI CHIMICI:
Miscele con ossidi di mercurio, argento e oro sono sensibili all'urto. La sostanza è una base forte. Reagisce violentemente con acidi ed è corrosiva. Reagisce violentemente con forti ossidanti, gli alogeni e molte altre sostanze. Attacca il rame, l'alluminio, lo zinco e le loro leghe. Si scioglie in acqua sviluppando calore. La sostanza reagisce con moltissimi composti organici e inorganici, causando pericolo di incendio e esplosione.

LIMITI DI ESPOSIZIONE OCCUPAZIONALE:
TLV: 25 ppm come TWA; 35 ppm come STEL; (ACGIH 2013).
MAK: 20 ppm, 14 mg/m³; Categoria limitazione di picco: I(2); Gruppo di rischio per la gravidanza: C; (DFG 2013).
VIE DI ESPOSIZIONE:
La sostanza può essere assorbita nell'organismo per inalazione.

RISCHI PER INALAZIONE:
In caso di perdita, può essere raggiunta molto rapidamente una concentrazione dannosa di questo gas in aria.

EFFETTI DELL'ESPOSIZIONE A BREVE TERMINE:
Una rapida evaporazione del liquido può causare congelamento. La sostanza e' corrosiva per gli occhi, la cute e il tratto respiratorio. L'esposizione potrebbe provocare asfissia a causa del gonfiore nella gola. Inalazione può provocare edema polmonare, ma solo dopo che si sono manifestati effetti corrosivi su occhi e/o delle vie respiratorie.

PROPRIETÀ FISICHE
Punto di ebollizione: -33°C
Punto di fusione: -78°C
Densità relativa (acqua=1): 0.7 a -33°C
Solubilità in acqua, g/100ml a 20°C: 54
Tensione di vapore, kPa a 26°C: 1013
Densità di vapore relativa (aria=1): 0.60
Temperatura di auto-accensione: 630°C
Limiti di esplosività, vol % in aria: 15-33.6
DATI AMBIENTALI
La sostanza è molto tossica per gli organismi acquatici. Si raccomanda vivamente che questa sostanza non sia immessa nell'ambiente.
NOTE
L'ammoniaca viene normalmente fornita in bombole di gas compresso liquefatto. Vedi anche ICSC 0215. Capovolgere la bombola che perde nella parte superiore per prevenire fuoriuscita di gas liquefatto.
INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI
ITALIA VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE PROFESSIONALE
TLV calcolato sulle 8 ore:14 mg/m³; 20 ppm;
TLV breve termine: 36 mg/m³; 50 ppm;
ai sensi del D.Lgs.2 Febbraio 2002, N° 25.

NOTIZIA LEGALE Né la CEC né IPCS e neanche le persone che agiscono per conto della CEC o dell'IPCS sono responsabili per l'uso che verrà fatto di queste informazioni
(c) IPCS, CEC 1999