Caorso, 162 fusti di rifiuti radioattivi partiti per la Slovacchia

Arpae ha svolto controlli radiometrici prima del trasferimento dalla ex centrale nucleare
(31/1/2020)

162 fusti contenenti resine e fanghi radioattivi sono partiti dalla centrale nucleare di Caorso (Piacenza) diretti all’impianto di Bohunice, in Slovacchia, per il loro trattamento e condizionamento. Si tratta del primo dei 33 trasporti previsti per il trasferimento di circa 5.600 fusti complessivi (il 70% del volume e il 90% della radioattività dei rifiuti tuttora presenti nella centrale), nell’ambito della seconda e ultima fase del programma di trasferimento predisposto da Sogin. La conclusione di questa fase è prevista nel 2022.

Prima della partenza del trasporto (quattro ISO Container certificati su due mezzi stradali) i funzionari e tecnici di Isin e Arpae hanno effettuato controlli radiometrici e sul corretto caricamento dei rifiuti, sulla base di quanto previsto dalla normativa nazionale e internazionale.

I rifiuti inviati in Slovacchia saranno sottoposti a incenerimento e condizionamento, con una riduzione del loro volume del 90% (130 mc rispetto all’iniziale volume di 1.290 mc). Completato il processo, ritorneranno in Italia.

PER APPROFONDIRE:

ultima modifica 2022-03-17T21:51:53+02:00