Fino al 30 aprile 2021 vietato bruciare residui vegetali

E´ una delle misure straordinarie per la qualità dell’aria approvate dalla Giunta regionale
(25/1/2021)

La Regione, con delibera di Giunta n. 33 del 13/1/2021insieme ad altre misure straordinarie per la qualità dell’aria, ha stabilito il divieto di abbruciamento dei residui vegetali nel periodo 1° ottobre - 30 aprile nelle zone individuate dal PAIR2020, Piano Aria Integrato Regionale, come Pianura est (IT0893), Pianura ovest (IT0892) e agglomerato di Bologna (IT0890), ai sensi dell’art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152.

Sono fatte salve le deroghe in caso di prescrizioni obbligatorie emesse dall’Autorità fitosanitaria.

Il divieto non si applica inoltre nei comuni dell'ambito "Appennino" (che nella mappa sono colorati in azzurro); per questi comuni rimane comunque l'obbligo di comunicazione all'apposito numero verde regionale 800 841 051 qualora si intendano effettuare gli abbruciamenti in vicinanza delle aree forestali e dei terreni saldi.

Per approfondire:

Fonte: Regione Emilia-Romagna

 

ultima modifica 2021-04-15T18:40:14+02:00