Il 2019 è al terzo posto fra gli anni più caldi dal 1961

Online il Rapporto Ispra “Gli indicatori del clima in Italia nel 2019”. Nuovi record a giugno
(9/7/2020)

Il 2019 è al terzo posto fra gli anni più caldi dal 1961, con un picco di anomalie nel mese di giugno: +4.25°C al Nord, +4.0°C al Centro e +3.27°C al Sud e Isole. Il caldo è stato particolarmente intenso tra il 26 e il 29 giugno, quando sono stati registrati nuovi record assoluti di temperatura in diverse località del nord-ovest e del settore alpino, con punte di 40°C in pianura e 35-36°C a circa 1000 m di quota.


Il Rapporto Ispra “Gli indicatori del clima in Italia nel 2019” illustra l’andamento nel corso dell´anno scorso e aggiorna la stima delle variazioni climatiche negli ultimi decenni in Italia. Si basa su una grande mole di dati e indicatori climatici derivati in gran parte dal Sistema nazionale per la raccolta, l’elaborazione e la diffusione di dati climatologici di interesse ambientale (Scia).


Comunicato stampa di Ispra
Indicatori del clima in Italia nel 2019
Sistema nazionale per la raccolta, l’elaborazione e la diffusione di dati climatologici di interesse ambientale

ultima modifica 2021-04-15T18:40:21+02:00